Varese, Esploratori della memoria il concorso proposto da Anmig

Oggi nella sala matrimoni del Comune è stato presentato il bando di concorso riservato agli alunni della scuola primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado degli istituti della provincia di Varese

13 Novembre 2014
Guarda anche: Varese Città
pietre della memoria

Il progetto nazionale riconosciuto dal Miur e dalla Presidenza della Repubblica si propone di educare i giovani alla perseguimento della pace attraverso la ricerca della memoria storica sul territorio. Alla presentazione sono intervenuti  l’assessore a Famiglia e Persona Enrico Angelini, il presidente della Sezione Provinciale Anmig Fiorenzo Croci e il vicepresidente Ambrogio Vaghi.

E’ stato presentato questa mattina in Comune il progetto-bando Pietre della memoria. Sono interventi l’assessore a Famiglia e Persona Enrico Angelini, il presidente della Sezione Provinciale dell’Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra e Fondazione di Varese (Anmig), Fiorenzo Croci e il vicepresidente Ambrogio Vaghi.

“E’ un’iniziativa molto importante per la formazione e la crescita – ha detto l’assessore Angelini -: la memoria è un punto fondamentale per educare i giovani a diventate cittadini attivi nella ricerca della pace, che è un valore mai acquisito una volta per tutte. Serve l’ impegno quotidiano, sin dalle scuole, per essere consapevoli della differenza tra essere in pace ed essere in guerra. I cent’anni della Prima Guerra sono una ricorrenza utile per riflettere sui temi della pace, che purtroppo oggi è a rischio perfino nel nostro continente”.

Il concorso Esploratori della Memoria indetto dalla Sezione Provinciale dell’Associazione  Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra e Fondazione di Varese (Anmig) si inserisce nel  progetto nazionale Pietre della Memoria messo a punto dal Comitato regionale umbro dell’Anmig, riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca (MIUR) e dalla  Presidenza della Repubblica.

Nel rispetto delle linee guida del concorso nazionale, l’attività della Sezione di Varese si  propone di andare oltre alla fase documentale, considerandola non già punto d’arrivo ma  stimolo ad attualizzare le vicende toccate nella ricerca. Le Pietre della Memoria devono fungere da monito a non ripetere le immani catastrofi, anche umane, prodotte dalle  guerre, e da fonte di ispirazione ai valori e agli ideali di pace e collaborazione tra i popoli,  valori fondanti dell’Associazione Nazionale fra Mutilati e Invalidi di Guerra.

Il concorso è riservato agli alunni della scuola primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado degli istituti della provincia di Varese.

 

 

Tag:

Leggi anche:

  • La LIUC ospita le Olimpiadi delle Scienze Naturali

    I migliori studenti in Biologia e Scienze della Terra da tutta Italia alla LIUC – Università Cattaneo: i prossimi 11, 12 e 13 maggio si svolgerà la finale nazionale delle Olimpiadi di Scienze Naturali promosse dall’ANISN (Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali) e finanziate dal
  • Scuola, iscrizioni 2018-2019: un ritorno ai licei

    Il primo bilancio redatto dal MIUR sugli indirizzi di studio preferiti dagli studenti, evidenzia un notevole aumento rispetto agli anni passati verso i licei, rispetto agli istituti sia tecnici che professionali. L’istruzione liceale si conferma quest’anno tra le scelte
  • Maturità 2018, matematica allo scientifico e greco al classico

    Alle ore 13:00 sul sito del Miur sono state svelate alcune delle materie scelte per la seconda prova degli esami di maturità che si svolgeranno nel mese di giugno. Dopo l’annuncio il sito del Ministero della Pubblica Istruzione si è bloccato per eccesso di click, ma ecco alcune delle prime
  • Lavori nelle scuole: stanziati più di 5 milioni di euro dal Miur

    Sono 14 gli interventi di manutenzione straordinaria, adeguamento normativo antincendio e adeguamento normativo strutturale che interesseranno 12 edifici scolatici delle scuole di competenza della Provincia di Varese, finanziati dal Miur per un importo di 5 milioni e 630 mila euro. I lavori