Varese, cresce la rete antiviolenza sulle donne

Lunedì 9 marzo nella sala giunta del Comune si è svolto un incontro della rete di prevenzione e contrasto della violenza nei confronti delle donne

11 marzo 2015
Guarda anche: Varese Città
Violenza

A un anno dalla sua fondazione la rete, coordinata dal Prefetto Giorgio Zanzi e dall’assessore a Famiglia e Persona Enrico Angelini, ha registrato nuove e importanti adesioni di enti pubblici ed istituzionali.

La rete si rafforza con nuove adesioni: Azienda Ospedaliera di Gallarate, Comuni di Gallarate, Tradate e Marnate, Distretti di Sesto Calende e Somma Lombardo.

Nell’ambito del privato sociale entrano a far parte della rete, come centri antiviolenza ,il Centro Icore, l’Associazione Donna Sicura, L’Associazione FiloRosa Auser.

Nella scorsa seduta erano già stati ammessi il Distretto di Varese, il mondo sindacale rappresentato da Cgil, Cisl e Uil e il Cesvov. Verranno esaminate prossimamente nuove richieste di adesione che sono pervenute. La rete viene estesa a chi concretamente documenta di lavorare sul tema individuato con professionalità adeguate e servizi offerti idonei.

«L’incontro di oggi – ha dichiarato al termine l’assessore Angelini – ha rappresentato un ulteriore passo nella costruzione di un sistema-rete che ormai è riconosciuto come esperienza concretamente attiva in grado di coordinare i vari soggetti su un tema così importante a cui stiamo dando la massima attenzione».

Il lavoro continua: verrà convocata a breve una riunione per dialogare con le altre due reti presenti in provincia, quella di Busto Arsizio e quella di Saronno, nell’ottica di coordinare gli interventi. Nel frattempo il tavolo sta procedendo nella definizione del protocollo operativo, strumento indispensabile per rendere ancora più concreta ed efficace l’azione dei vari componenti.

Tag:

Leggi anche: