Varese: concluso il progetto “La storia…te la racconto io”

Gli alunni della don Rimoldi di San Fermo hanno raccolto le testimonianze degli anziani

20 ottobre 2015
Guarda anche: Varese Città
Anziani sostegno 1

Si è concluso il progetto La storia…te la racconto io! realizzato dalla scuola Don Rimoldi: testimonianze di vita vissuta d’altri tempi raccontate dagli anziani del Centro Grilli di San Fermo e raccolte l’anno corso dagli alunni della classe IIA, oggi in terza, della scuola secondaria Don Rimoldi di San Fermo. Oggi l’assessore a Famiglia e Persona Enrico Angelini ha ringraziato gli studenti e la dirigente scolastica Maria osa Rossi, e il sindaco Attilio Fontana è intervenuto per un breve saluto. I ragazzi hanno anche realizzato un libretto raccogliendo le esperienze, e trasmettendole ad una nuova classe che porterà avanti un progetto simile sempre in collaborazione con gli anziani del Centro Grilli.
«Questa è la buona scuola – ha detto l’assessore ai ragazzi -: un’esperienza che non scivola via ma che vi resterà. L’incontro con altre generazioni dà un’idea semplice e chiara: la vita che scorre è un insieme di piccoli fatti quotidiani che si accompagnano ai grandi accadimenti storici. Gli incontri hanno fatto saltare ostacoli e barriere: avete compreso le persone più grandi spesso alle prese con sofferenze e difficoltà d’altri tempi. Avete dato vita ad un esempio concreto e a un modo nuovo di fare scuola».
La dirigente scolastica ha sottolineato «l’importanza del rapporto con il territorio perché sappiamo che da soli non si va da nessuna parte e che ciascuno di noi è diventato un uomo e un cittadino capace di vivere e dare il meglio di sé, lì dove vive, perché ha incontrato adulti che sono stati modelli di vita, testimoni, come lo sono i nostri nonni e nonne reali o acquisiti grazie a un incontro».
Il progetto
“La storia la racconto io” ha rafforzato il legame tra sistema scolastico e realtà sociali e, attraverso il racconto e l’ascolto, ha permesso di percorrere un tratto di strada insieme, appoggiandosi gli uni agli altri come è giusto che la vita insegni a fare. Al Centro “Grilli” di San Fermo ogni ospite impersona una biblioteca vivente ancora fruibile, bagagli di esperienze e storie vissute che possono ancora trasmettere emozioni: quel brivido che ti rende presente, che ti fa rivivere la situazione come se anche tu fossi là, a riviverla con chi la racconta. È la storia che non troviamo sui libri, di solito relegata ad un asettico ammasso di date e battaglie, che provoca spesso repulsione più che comprensibile negli studenti. Ecco quindi la grande opportunità, la “scintilla” che ha ispirato gli operatori a proporre un incontro fra gli anziani del Centro e alcuni studenti della scuola media “Don Rimoldi”, con cui già si era sperimentato un lavoro comune lo scorso anno.
“La storia …te la racconto io” è diventato quindi il prosieguo di un percorso, partito dall’elaborazione del sentimento di amicizia fino a giungere alla scoperta di emozioni personali più profonde (a volte anche dolorose) da parte di entrambe le generazioni coinvolte.
Gli alunni sono stati “sfidati” in un’impresa per nulla semplice né scontata: scrivere un libro di storia “contemporanea” attraverso le testimonianze del gruppo di ospiti, superando le prevedibili difficoltà di contatto fra generazioni così lontane e i limiti di linguaggio se non di raziocinio.
I temi prodotti riportano una straordinaria ricchezza di pathos, imprevedibile in un gruppo di preadolescenti. Leggendoli si può ricostruire l’immagine viva di quei dialoghi, di quelle “interviste”.

Tag:

Leggi anche: