Varese: autofficina abusiva scoperta dalla Polizia Locale

Sequestro delle attrezzature e maximulta al titolare

04 agosto 2016
Guarda anche: Varese Città
DSCN1991

Lo scorso 29 luglio la Polizia locale del Comune di Varese ha eseguito una verifica amministrativa all’interno di un’autofficina in via Jamoretti n. 2.

L’accesso ai locali dell’officina era possibile attraverso uno scivolo posto al piano inferiore rispetto alla via; il garage per la riparazione dei veicoli occupava una superficie di circa 80 mq. All’interno gli agenti hanno rilevato la presenza di due ponti elevatori e di diverse attrezzature. Al momento della verifica due autovetture erano in riparazione e altrettanti operatori intenti al lavoro: il titolare-proprietario e un collaboratore.

A seguito di approfondimenti, la Polizia locale ha accertato che la società era stata cancellata dal mese di febbraio 2010 dal registro delle imprese della Camera di commercio: l’attività di autoriparazione risultava essere dunque abusiva. Nessuna autorizzazione, nessuna ricevuta fiscale, nessun controllo dal punto di vista ambientale, nessuna garanzia per gli utenti.

Al “titolare” è stata dunque contestata la violazione amministrativa per € 5164,33 e sono state sequestrate tutte le attrezzature: due sollevatori, un carrello porta utensili, un trapano verticale, un solleva motori, un’apparecchiatura per la bilanciatura della ruote, un compressore, un banco da lavoro con vari utensili, una pressa, una saldatrice, un cric idraulico e vari utensili manuali.

Tag:

Leggi anche: