Varese abitanti senza fognature. Pinti (Lega) “La giunta di centrosinistra non trova nemmeno il tempo per rispondere alle interrogazioni”

Il consigliere attacca l’amministrazione comunale di centrosinistra, per “la mancata risposta alle interrogazioni che ho presentato negli ultimi mesi”.

30 Novembre 2018
Guarda anche: Varese Città

“Se i cittadini di via Vetta d’Italia vogliono sapere cosa ne sarà della loro richiesta di avere una vera rete fognaria, possono stare tranquilli. Al momento, la giunta Galimberti sembra non aver avuto nemmeno il tempo di rispondere alla mia interrogazione”.

Marco Pinti, Consigliere comunale della Lega, attacca l’amministrazione comunale di centrosinistra, per “la mancata risposta alle interrogazioni che ho presentato negli ultimi mesi”.

“Da regolamento – ricorda Pinti – gli assessori hanno un massimo di 30 giorni per rispondere alle interrogazioni. Tempi che sono stati abbondantemente sforati, visto che fino alla tarda mattinata di oggi non ho ricevuto nessuna risposta per due interrogazioni, una su via Vetta d’Italia e un’altra sull’assegnazione della Dacia di Villa Baragiola al Centro Geofisico Prealpino, che avevo depositato rispettivamente a fine settembre la prima e addirittura a fine giugno la seconda”.

“In via Vetta d’Italia – continua Pinti – i cittadini vivono il problema della mancanza dell’allacciamento alla rete fognaria, che crea grandissimi disagi. Inoltre, nella mia interrogazione chiedo di far chiarezza sul fatto che non tutti gli abitanti di quella zona, probabilmente, si servono di servizi esterni per lo svuotamento dei pozzi che verrebbero quindi, probabilmente scaricati a terra, col rischio di inquinamento dell’ambiente e delle falde acquifere li nella vicina Bevera di Velmaio”.

Per quanto riguarda invece “l’assegnazione della Dacia di Villa Baragiola al Centro Geosifico Prealpino, si tratta di un progetto che era stato portato avanti dall’assessore Sergio Ghiringhelli nella precedente amministrazione, e sul quale oggi è calato il più totale silenzio. Una risposta sul futuro di un’istituzione così importante merita una risposta” aggiunge Pinti.

“Sarebbe doveroso avere risposte puntuali da parte degli amministratori, su tematiche che toccano così direttamente la vita dei cittadini e della nostra città” conclude Pinti.

Tag:

Leggi anche:

  • Varese tra Musei, parchi e Sacro Monte in funicolare

    In occasione delle prossime festività, e del lungo ponte tra aprile e maggio, i musei di Varese – Castello di Masnago e Villa Mirabello – resteranno aperti il 22 aprile (lunedì dell’Angelo) e il 25 aprile, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18. Un’occasione dunque per
  • Pasqua al Sacro Monte: Funicolare aperta tutti i giorni dal 20 al 28 aprile

    Da sabato 20 a domenica 28 aprile la funicolare di Varese sarà aperta tutti i giorni in occasione delle festività legate alla Pasqua. L’apertura straordinaria consentirà di salire direttamente al borgo del Sacro Monte, patrimonio dell’UNESCO, che costituisce una vera e propria gemma
  • La Tombolata di Pasqua in Piazza Monte Grappa

    L’Associazione 23&20, su richiesta ed in collaborazione con il Comitato spontaneo Diamoci una mano Varesini e con il Comune di Varese, ha organizzato sabato precedente la Pasqua Sabato 20 Aprile 2019, una grande tombolata in Piazza Monte Grappa alle ore 16:30 (in alternativa, in caso di
  • 160 mila euro per la riqualificazione delle vecchie caldaie con tecnologie moderne

    Sono state presentate questa mattina le iniziative e le azioni concrete del Comune di Varese che hanno come obiettivo quello di ridurre l’inquinamento, migliorare l’efficienza degli impianti termici, promuovere il risparmio energetico e più in generale dare una grande mano