Università dell’Insubria: oggi le prime lauree in inglese per Scienze della Comunicazione

Sara Gagliardi e Sofia Mori si laureano oggi pomeriggio

12 ottobre 2015
Guarda anche: Varese
insubria università

Duplice seduta di laurea completamente in lingua inglese: è la prima volta per il Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi dell’Insubria. Lunedì 12 ottobre, alle ore 14,30 nell’Aula Magna Granero-Porati della sede di vi Dunant 3, a Varese, due studentesse – rispettivamente del Corso di Laurea triennale e magistrale – discuteranno la tesi in lingua inglese. Le tesi – scritte in inglese su materiale originale in lingua – affrontano argomenti di respiro internazionale e di grande attualità.

Sara Gagliardi, 23 anni, di Nerviano (MI), studentessa del Corso di Laurea Triennale, parlerà del virus dell’Ebola e di come l’emergenza sanitaria ad esso legata sia stata comunicata attraverso i media anglofoni, New York Times e Guardian in particolare, e i attraverso i social, Twitter e Facebook, e di come tali mezzi di informazione abbiano contribuito o meno a modulare notizie medico-scientifiche per un pubblico di massa. Ciò ha permesso di identificare alcuni meccanismi socio-psicologici insiti nella società americana relativi alla paura mettendoli a confronto con la società italiana grazie alla stessa analisi svolta sul Corriere della Sera. Una tesi multidisciplinare, questa, seguita dal relatore, la Professoressa Alessandra Vicentini, docente di Lingua inglese e di English for Journalism, esperta di comunicazione medico-sanitaria dei paesi di lingua inglese, e da un correlatore, il Professor Alberto Vianelli, biologo, esperto di evoluzione dei virus dei virus e docente di Idee e linguaggi delle scienze della vita.

Sofia Mori, 28 anni, di Gallarate (VA), studentessa della Laurea Magistrale di Scienze e tecniche della comunicazione, seguita sempre dalla Professoressa di inglese Alessandra Vicentini, porterà invece una tesi sulla comunicazione e il marketing via web delle compagnie aeree internazionali, della Emirates Airlines in particolare. La studentessa ha unito una sua passione, quella per i viaggi e le lingue, al lavoro come hostess di terra che ha svolto per un po’ di anni a Malpensa, e gli studi universitari.

«L’indirizzo linguistico che gradualmente sta imboccando anche Scienze della Comunicazione si inserisce in una tendenza generale dell’Università degli Studi dell’Insubria insubre verso l’internazionalizzazione, grazie anche ad accordi con università europee ed extra-europee che permettono di attrarre studenti stranieri e di far studiare anche gli studenti insubri in atenei esteri» sottolinea il Professor Fabio Minazzi, Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione.

«In un mondo in cui sempre più è richiesta la lingua inglese, a cominciare dalla prima barriera che gli studenti incontrano affacciandosi al mondo del lavoro, ossia il colloquio di lavoro, queste tesi rappresentano per gli studenti un banco di prova fondamentale per tradurre nella pratica le competenze linguistico-comunicative che hanno acquisito durante il corso di studi e di preparare un progetto da inserire nel proprio curriculum che potrebbe pesare nella valutazione delle competenze da parte di un possibile datore di lavoro», dichiara la Professoressa Vicentini.

Tag:

Leggi anche:

  • Sport varesino: i risultati di calcio, volley, basket

    Si è concluso un altro weekend sportivo, anzi per l’esattezza si chiuderà questa sera alle ore 20.30 con il posticipo di basket dell’Openjobmetis che in casa con Pistoia si gioca una partita delicatissima in virtù dell’obiettivo salvezza. Per il resto turni di campionati poco
  • Pallanuoto: vittoria convincente della BPM Sport Management contro la Roma Vis Nova

    Tre punti per dimenticare la delusione europea. La BPM Sport Management, nel turno infrasettimanale di Campionato (16ª giornata), giocato ieri pomeriggio, batte nella Piscina del Foro Italico la Roma Vis Nova per 20-9 (6-3, 3-2, 4-3, 7-1) e centra la sesta vittoria consecutiva. I Mastini
  • Volley – La UYBA vola ai quarti, ma che fatica!

    La UYBA torna da Minsk con la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Cev in tasca. Il ko per 3-2 (25-22, 22-25, 25-21, 24-26, 15-10) rimediato nella gara di ritorno degli ottavi in casa del Minchanka Minsk, infatti, consente alle farfalle di strappare il pass per il turno successivo in virtù
  • BCC Cup, il basket con il cuore raccoglie 10.000 euro per la fondazione Il Ponte del Sorriso

    Il primo trofeo BCC Cup è andato alla solidarietà. La grande partecipazione di pubblico sugli spalti del PalaBorsani e l’agonismo messo in campo dalla Pallacanestro Openjobmetis Varese e dal Legnano Basket Knights hanno fatto vincere il grande cuore del basket e di tutti gli appassionati della