Università dell’Insubria: oggi le prime lauree in inglese per Scienze della Comunicazione

Sara Gagliardi e Sofia Mori si laureano oggi pomeriggio

12 ottobre 2015
Guarda anche: Varese
insubria università

Duplice seduta di laurea completamente in lingua inglese: è la prima volta per il Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi dell’Insubria. Lunedì 12 ottobre, alle ore 14,30 nell’Aula Magna Granero-Porati della sede di vi Dunant 3, a Varese, due studentesse – rispettivamente del Corso di Laurea triennale e magistrale – discuteranno la tesi in lingua inglese. Le tesi – scritte in inglese su materiale originale in lingua – affrontano argomenti di respiro internazionale e di grande attualità.

Sara Gagliardi, 23 anni, di Nerviano (MI), studentessa del Corso di Laurea Triennale, parlerà del virus dell’Ebola e di come l’emergenza sanitaria ad esso legata sia stata comunicata attraverso i media anglofoni, New York Times e Guardian in particolare, e i attraverso i social, Twitter e Facebook, e di come tali mezzi di informazione abbiano contribuito o meno a modulare notizie medico-scientifiche per un pubblico di massa. Ciò ha permesso di identificare alcuni meccanismi socio-psicologici insiti nella società americana relativi alla paura mettendoli a confronto con la società italiana grazie alla stessa analisi svolta sul Corriere della Sera. Una tesi multidisciplinare, questa, seguita dal relatore, la Professoressa Alessandra Vicentini, docente di Lingua inglese e di English for Journalism, esperta di comunicazione medico-sanitaria dei paesi di lingua inglese, e da un correlatore, il Professor Alberto Vianelli, biologo, esperto di evoluzione dei virus dei virus e docente di Idee e linguaggi delle scienze della vita.

Sofia Mori, 28 anni, di Gallarate (VA), studentessa della Laurea Magistrale di Scienze e tecniche della comunicazione, seguita sempre dalla Professoressa di inglese Alessandra Vicentini, porterà invece una tesi sulla comunicazione e il marketing via web delle compagnie aeree internazionali, della Emirates Airlines in particolare. La studentessa ha unito una sua passione, quella per i viaggi e le lingue, al lavoro come hostess di terra che ha svolto per un po’ di anni a Malpensa, e gli studi universitari.

«L’indirizzo linguistico che gradualmente sta imboccando anche Scienze della Comunicazione si inserisce in una tendenza generale dell’Università degli Studi dell’Insubria insubre verso l’internazionalizzazione, grazie anche ad accordi con università europee ed extra-europee che permettono di attrarre studenti stranieri e di far studiare anche gli studenti insubri in atenei esteri» sottolinea il Professor Fabio Minazzi, Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione.

«In un mondo in cui sempre più è richiesta la lingua inglese, a cominciare dalla prima barriera che gli studenti incontrano affacciandosi al mondo del lavoro, ossia il colloquio di lavoro, queste tesi rappresentano per gli studenti un banco di prova fondamentale per tradurre nella pratica le competenze linguistico-comunicative che hanno acquisito durante il corso di studi e di preparare un progetto da inserire nel proprio curriculum che potrebbe pesare nella valutazione delle competenze da parte di un possibile datore di lavoro», dichiara la Professoressa Vicentini.

Tag:

Leggi anche:

  • “Merende sotto l’albero”: le Piscine Manara festeggiano il Natale

    Le Piscine Manara si preparano in grande stile all’arrivo delle festività natalizie. Infatti, domenica 11 dicembre, Sport Management, la società che gestisce il Centro Natatorio, in collaborazione con Royal Time, organizzerà un evento all’insegna dello sport e del divertimento per
  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale