Università dell’Insubria: oggi le prime lauree in inglese per Scienze della Comunicazione

Sara Gagliardi e Sofia Mori si laureano oggi pomeriggio

12 ottobre 2015
Guarda anche: Varese
insubria università

Duplice seduta di laurea completamente in lingua inglese: è la prima volta per il Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi dell’Insubria. Lunedì 12 ottobre, alle ore 14,30 nell’Aula Magna Granero-Porati della sede di vi Dunant 3, a Varese, due studentesse – rispettivamente del Corso di Laurea triennale e magistrale – discuteranno la tesi in lingua inglese. Le tesi – scritte in inglese su materiale originale in lingua – affrontano argomenti di respiro internazionale e di grande attualità.

Sara Gagliardi, 23 anni, di Nerviano (MI), studentessa del Corso di Laurea Triennale, parlerà del virus dell’Ebola e di come l’emergenza sanitaria ad esso legata sia stata comunicata attraverso i media anglofoni, New York Times e Guardian in particolare, e i attraverso i social, Twitter e Facebook, e di come tali mezzi di informazione abbiano contribuito o meno a modulare notizie medico-scientifiche per un pubblico di massa. Ciò ha permesso di identificare alcuni meccanismi socio-psicologici insiti nella società americana relativi alla paura mettendoli a confronto con la società italiana grazie alla stessa analisi svolta sul Corriere della Sera. Una tesi multidisciplinare, questa, seguita dal relatore, la Professoressa Alessandra Vicentini, docente di Lingua inglese e di English for Journalism, esperta di comunicazione medico-sanitaria dei paesi di lingua inglese, e da un correlatore, il Professor Alberto Vianelli, biologo, esperto di evoluzione dei virus dei virus e docente di Idee e linguaggi delle scienze della vita.

Sofia Mori, 28 anni, di Gallarate (VA), studentessa della Laurea Magistrale di Scienze e tecniche della comunicazione, seguita sempre dalla Professoressa di inglese Alessandra Vicentini, porterà invece una tesi sulla comunicazione e il marketing via web delle compagnie aeree internazionali, della Emirates Airlines in particolare. La studentessa ha unito una sua passione, quella per i viaggi e le lingue, al lavoro come hostess di terra che ha svolto per un po’ di anni a Malpensa, e gli studi universitari.

«L’indirizzo linguistico che gradualmente sta imboccando anche Scienze della Comunicazione si inserisce in una tendenza generale dell’Università degli Studi dell’Insubria insubre verso l’internazionalizzazione, grazie anche ad accordi con università europee ed extra-europee che permettono di attrarre studenti stranieri e di far studiare anche gli studenti insubri in atenei esteri» sottolinea il Professor Fabio Minazzi, Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione.

«In un mondo in cui sempre più è richiesta la lingua inglese, a cominciare dalla prima barriera che gli studenti incontrano affacciandosi al mondo del lavoro, ossia il colloquio di lavoro, queste tesi rappresentano per gli studenti un banco di prova fondamentale per tradurre nella pratica le competenze linguistico-comunicative che hanno acquisito durante il corso di studi e di preparare un progetto da inserire nel proprio curriculum che potrebbe pesare nella valutazione delle competenze da parte di un possibile datore di lavoro», dichiara la Professoressa Vicentini.

Tag:

Leggi anche:

  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi
  • Sabato 21 gennaio a San Vittore Olona va in scena la Cinque Mulini Studentesca

    È in programma sabato 21 gennaio a San Vittore Olona l’edizione numero 22 della Cinque Mulini Studentesca. Alla corsa campestre, che anticipa di un giorno la tradizionale e prestigiosa Cinque Mulini, sono attesi più di mille studenti delle scuole dell’Alto Milanese. L’iniziativa,
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management parte col botto e affonda Torino

    Prima vittoria del 2017 per la BPM Sport Management. Con una prova molto convincente, il sette di Gu Baldineti batte 18-5 (3-1, 5-0, 5-2, 5-2) il Torino 81 e, complice il pareggio del CC Napoli a Savona (10-10), è terzo da solo con 25 punti. Nel primo tempo sblocca il match dopo circa cinquanta
  • La BPM Sport Management inizia il 2017 contro il Torino ‘81

    E’ ancora sotto gli occhi di tutti la grande serata di martedì che ha fatto di Busto Arsizio la capitale della Pallanuoto. Dopo la vittoria del Settebello del CT Campagna contro la Georgia, domani un altro grande match sarà di scena alle Piscine Manara. I Mastini di Gu Baldineti, infatti,