Università dell’Insubria: inaugurato il palazzetto dello sport

Campus di via Monte Generoso sempre più completo

25 settembre 2015
Guarda anche: SportVarese
insubria università

Il Campus Universitario di Bizzozero è una realtà: con l’inaugurazione del Palazzetto dello Sport di via Monte Generoso Varese diventa sempre più una città a misura di studente universitario e, al tempo stesso, l’Università degli Studi dell’Insubria consegna alla cittadinanza un impianto sportivo nuovo, funzionale e completo.
Milleseicento metri quadrati di superficie, un campo coperto con tribune, una sala fitness, campi polifunzionali esterni: il Palazzetto dello Sport – di proprietà dell’Università degli Studi dell’Insubria e gestito dal Cus Insubria – risponde alle esigenze di sport e di aggregazione di studenti e dipendenti dell’Ateneo e della cittadinanza, infatti, è facilmente raggiungibile dagli esterni, che potranno recarsi con i mezzi pubblici, oppure con la propria auto e posteggiare nelle aree parcheggio adiacenti, mentre dall’interno del Campus il Palazzetto è collegato alle altre strutture – Padiglioni della didattica e della ricerca e Collegio Cattaneo – attraverso percorsi ciclo-pedonali realizzati ad hoc.

«L’inaugurazione del Palazzetto dello Sport è un altro passo avanti nel completamento del Campus di Bizzozero dell’Università degli Studi dell’Insubria – sottolinea il Magnifico Rettore, professor Alberto Coen Porisini – . È un tassello importante per gli studenti e per la città intera: da un lato perché un Ateneo moderno non può prescindere dall’offrire questo tipo di infrastruttura e di servizio ai suoi iscritti, dall’altro perché, aprendo il Palazzetto a tutta la cittadinanza attraverso le attività del Cus Insubria, si offre un’occasione di crescita all’intera comunità. Il Palazzetto dello Sport è solo l’ultima opera completata in ordine di tempo: il Collegio, inaugurato nel 2012, ormai è a pieno regime, con i suoi quasi cento posti occupati da studenti italiani e stranieri e la didattica e la ricerca da anni si svolgono integralmente al Campus di Bizzozero. Altre opere sono in corso, come il cantiere della cosiddetta ex-Colonia Agricola, che andrà a ospitare laboratori; inoltre per il 2016 sono definiti ulteriori interventi di ristrutturazione di edifici in uso all’Università dell’Insubria».

Il Palazzetto – Poco più di due anni di lavori e un costo di circa due milioni duecentomila euro (al netto del ribasso d’asta e dell’iva) hanno portato alla realizzazione di un fabbricato concepito con un corpo centrale e due corpi laterali più bassi. Il corpo centrale, con una copertura a onda in lastre di alluminio, ospita il campo da gioco principale – dimensioni nette interne pari a m 26,40 x 34,11 – destinato a pallacanestro, pallavolo e calcio a 5, (per attività agonistica a livello locale), due tribune telescopiche per 166 posti in totale, oltre ai posti per disabili; quattro gruppi di spogliatoi, oltre agli spogliatoi riservati agli arbitri.
Il corpo basso a sud, al piano terreno, ospita gli spogliatoi ed i servizi per gli utenti del campo, e, al piano primo, gli uffici del CUS Insubria, una sala riunioni e un locale ricreativo.
Il corpo basso a nord del campo è occupato da una palestra di 150 mq circa – che sarà dotata entro il mese di ottobre di attrezzi per il cardio-fitness e pesi – da spogliatoi e servizi igienici di pertinenza; mentre al piano primo si collocano la centrale termica e il locale con gli impianti di trattamento aria.
Ambienti e servizi sono stati realizzati con un’attenzione particolare all’acustica e seguendo sia le direttive della normativa CONI per quanto concerne l’impiantistica sportiva, sia la normativa in materia di abbattimento delle barriere architettoniche.

I Campi sportivi – Il Palazzetto Sportivo è stato “completato” con la realizzazione di due campi scoperti polivalenti e di un campo da beach volley. I campi sportivi esterni potranno essere utilizzati per diverse attività, quali pallavolo, calcetto e tennis.

I percorsi ciclo-pedonali – Nell’ottica di offrire spostamenti comodi tra le varie strutture del Campus di Bizzozero, senza l’uso dell’automobile, sono stati realizzati percorsi ciclo-pedonali – per un circuito totale di 600 metri circa – piantumati e dotati di impianto di illuminazione e segnaletica, inoltre è in corso la sistemazione dell’area a verde, che sarà attrezzata con tavoli e panche per lo studio all’aria aperta.

Le attività proposte dal Cus – A partire da Ottobre saranno avviate le attività del centro Fitness dal lunedì al sabato, aperte a studenti, dipendenti e cittadinanza; la palestra sarà dedicata alle attività di Basket e Volley, in particolare: Squadra di Volley Maschile serie B2 Insubria Volley; Squadra di Volley Femminile Terza Divisione (formata da studentesse e dipendenti); Corsi di Minivolley; Gruppo di Basket e calcetto Amatoriale; Basket in carrozzina. Sono proposti anche corsi di Atletica per bambini. Da gennaio partiranno i corsi di: Danza, Zumba, Difesa Personale e Arti Marziali.
Tutte le attività del CUS Insubria saranno pubblicate prossimamente sul sito web www.cusinsubria.it e pagina facebook cus insubria.

Leggi anche:

  • Sport varesino: i risultati di calcio, volley, basket

    Si è concluso un altro weekend sportivo, anzi per l’esattezza si chiuderà questa sera alle ore 20.30 con il posticipo di basket dell’Openjobmetis che in casa con Pistoia si gioca una partita delicatissima in virtù dell’obiettivo salvezza. Per il resto turni di campionati poco
  • Pallanuoto: vittoria convincente della BPM Sport Management contro la Roma Vis Nova

    Tre punti per dimenticare la delusione europea. La BPM Sport Management, nel turno infrasettimanale di Campionato (16ª giornata), giocato ieri pomeriggio, batte nella Piscina del Foro Italico la Roma Vis Nova per 20-9 (6-3, 3-2, 4-3, 7-1) e centra la sesta vittoria consecutiva. I Mastini
  • Volley – La UYBA vola ai quarti, ma che fatica!

    La UYBA torna da Minsk con la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Cev in tasca. Il ko per 3-2 (25-22, 22-25, 25-21, 24-26, 15-10) rimediato nella gara di ritorno degli ottavi in casa del Minchanka Minsk, infatti, consente alle farfalle di strappare il pass per il turno successivo in virtù
  • BCC Cup, il basket con il cuore raccoglie 10.000 euro per la fondazione Il Ponte del Sorriso

    Il primo trofeo BCC Cup è andato alla solidarietà. La grande partecipazione di pubblico sugli spalti del PalaBorsani e l’agonismo messo in campo dalla Pallacanestro Openjobmetis Varese e dal Legnano Basket Knights hanno fatto vincere il grande cuore del basket e di tutti gli appassionati della