Università dell’Insubria: al via il corso di comunicazione di genere

Aspetti politici, giuridici, filosofici e comunicativi per chi vuole governare gli enti pubblici

08 aprile 2016
Guarda anche: Varese
corso

Imparare a governare la cosa pubblica in un’ottica di genere: ossia al femminile. È questo l’obiettivo del “Corso di comunicazione di genere” organizzato Università degli studi dell’Insubria, in collaborazione con l’Ufficio Consigliera di Parità della Provincia di Varese e il Macrosettore Welfare e Cultura della Provincia di Varese.

Il corso di formazione politica, giuridica, storica, filosofica e amministrativa è rivolto a chi vuole affinare le tecniche di governance negli enti pubblici, parapubblici e in particolare a chi governa (Sindaci, Consiglieri, Assessori, Segretari comunali) e a chi intende governare l’Ente Locale in un’ottica di genere per estendere la consapevolezza sul tema della parità, delle pari opportunità e per applicare al meglio le strategie di contrasto alle discriminazioni.

«È il secondo anno consecutivo che l’Università degli Studi dell’Insubria mostra attenzione per la cultura di genere, proprio per sviluppare una diversa riflessione attinente alla società civile complessivamente considerata, onde contribuire alla formazione di amministratori che sappiano portare nell’ambito della gestione della cosa pubblica, quella sensibilità al bello, al vero e al giusto» afferma il professor Fabio Minazzi, direttore scientifico del Corso.

Articolato in cinque moduli, a cura di docenti universitari e professionisti, il corso è suddiviso in diciotto incontri che si terranno tra il 20 aprile e il 1° giugno 2016 – periodo che coincide con la campagna elettorale per le amministrative a Varese e in tanti comuni della provincia – nella sede dell’Università degli Studi dell’Insubria del Padiglione Monte Generoso, via Monte Generoso 71, a Varese.

Antonio Maria Orecchia, docente di Storia all’Università degli Studi dell’Insubria, terrà il primo incontro in programma il 20 aprile alle ore 18, nell’ambito del modulo sul tema “Donne e storia politica del ‘900”. Fabio Minazzi, docente di Filosofia della Scienza all’Università degli Studi dell’Insubria, racconterà le “Donne e filosofia nel ‘900: da Edith Stein ad Hanna Arendt”. Franz Foti, docente di Comunicazione Pubblica e Istituzionale (Università Insubria), spiegherà “Dialogo e negoziazione nelle relazioni politiche, sindacali e aziendali”; a Alessandra Servidori, docente di Politiche del Welfare e componente del Consiglio Direttivo Centro Studi Lavoro e Riforme del Dipartimento di Giurisprudenza, all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, è affidato il tema “Lavoro pubblico e privato: le novità legislative introdotte nel processo riformatore” e a Paola Biavaschi, docente di diritto dell’informazione (Università Insubria), “Jobs Act: Donne e lavoro”. Infine di “Medicina di genere” parlerà Teodora Gandini, Medico di famiglia, esperta di medicina di genere.

A ciascun partecipante sarà rilasciata un attestato di partecipazione a cura del Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate dell’Università dell’Insubria di Varese e dell’Ufficio della Consigliera di Parità.

I posti sono 70. Il costo di partecipazione al Corso di formazione è di Euro 50,00 da versare tramite bonifico bancario.

Le domande di ammissione alla selezione devono essere presentate entro e non oltre il giorno 15 aprile 2016, all’indirizzo: segreteria.dista@uninsubria.it, oppure con presentazione diretta della domanda alla Segreteria Amministrativa del Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate dell’ Università degli Studi dell’ Insubria.

Per Informazioni:

link:

http://www3.uninsubria.it/pls/uninsubria/consultazione.mostra_pagina?id_pagina=13888

recapiti:

tel. 0332 21890, e-mail: roberta.viola@uninsubria.it, oppure tel. 0332 252729, e-mail: consiglieradiparita@provincia.va.it.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto: la BPM Sport Management espugna il Foro Italico

    Arriva la terza vittoria in sette giorni. La BPM Sport Management ha iniziato il nuovo anno veramente alla grande. A farne le spese questa volta è la SS Lazio Nuoto che, alla Piscina del Foro Italico, è uscita sconfitta per 9-17 (1-7, 3-1, 3-6, 2-3). Ottime le prestazioni di Mirarchi e Luongo,
  • Pallanuoto: la BPM Sport Management a Roma contro l’insidia Lazio

    Dopo le fatiche di Coppa torna il Campionato. Messo in cassaforte il risultato del match di andata (12-10 / ritorno in programma sabato 18 febbraio), domani la BPM Sport Management sarà a Roma dove, alla Piscina del Foro Italico, sfiderà la SS Lazio Nuoto per la 12ª giornata del Campionato di
  • Un campione olimpico a Varese: Jury Chechi

    Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per
  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi