Un giardino di emozioni: torna il grande festival dell’ambiente

Da venerdì attivo il servizio per iscriversi e partecipare agli eventi in programma

14 settembre 2018
Guarda anche: AperturaVarese Città

Da venerdì 14 settembre, ci si potrà iscrivere per essere protagonisti delle visite negli splendidi parchi delle ville private di Varese e per partecipare ai percorsi tra arte e natura di Nature Urbane 2018. Si avvicina infatti l’inizio della seconda edizione del Festival del paesaggio che dal 20 al 30 settembre animerà la città giardino mettendo al centro il paesaggio, cultura, l’ambiente e l’architettura di Varese. Tutto il ricco programma dell’iniziativa ormai ai nastri di partenza è su www.natureurbane.it. Da settimana prossima inoltre verrà distribuito anche il programma cartaceo che si potrà trovare in giro per la città.

Dieci giorni e 400 visite in parchi e giardini, dieci ville in più rispetto all’anno scorso per un totale di 23 residenze private storiche che apriranno le loro porte al pubblico in esclusiva assoluta per il festival. Sedici imperdibili itinerari fra natura, storia e cultura negli irripetibili scenari ambientali della città giardino, oltre 20 appuntamenti dedicati esclusivamente ai bambini e ragazzi delle scuole che saranno coinvolti in attività di educazione ambientale. Sono questi i numeri di Nature Urbane 2018. E ancora, un grande pic-nic nel parco con musica, concerti e pranzo sull’erba. Artisti famosi che verranno a Varese a leggere il romanzo L’Isola del tesoro di Robert Louis Stevenson sotto gli alberi e negli scenari più belli dei famosi parchi della città. Dieci attori racconteranno, giorno per giorno, le avventure di Jim, voce narrante del romanzo. A leggere le pagine dell’Isola del tesoro arriveranno a Varese Monica Guerritore, Massimo Popolizio, Giobbe Covatta, Lella Costa, David Riondino, Mario Perrotta e Max Pisu. A loro si alterneranno giovani attori del Piccolo Teatro di Milano, per ricreare un mondo di pirati, insidie, canzoni e pappagalli che è entrato a far parte dell’immaginario di tutti noi. Ad inaugurare la kermesse il concerto del Trio Carbonare, ensemble d’eccezione di livello internazionale.

La partecipazione a tutti gli eventi di NATURE URBANE e i servizi di trasporto speciali per raggiungere i luoghi del Festival sono gratuiti. Solo per alcuni eventi sarà necessaria la prenotazione facilmente su http://www.natureurbane.it/prenotazioni/. Il servizio sarà a disposizione a partire dalle ore 10.00 di domani, venerdì 14 settembre 2018.

La prenotazione sarà necessaria solo per le visite guidate ai parchi delle ville private e alle ville e ai Giardini pubblici, per i percorsi tra arte e natura, per le attività che si svolgeranno nel sito patrimonio dell’Unesco dell’Isolino Virginia e per le letture al Campo dei Fiori.

Tag:

Leggi anche:

  • Presentazione progetto “Simpatiche canaglie”

    L’appuntamento con il Canile di Varese e la libreria Ubik in Piazza Podestà è per sabato 22 settembre dalle ore 1800 alle 20L00. “Racconteremo la storia del progetto calendario “Simpatiche Canaglie”, curato dall’Agenzia di Comunicazione BAGAR, che è iniziato nel mese di
  • Nature Urbane, un giardino di emozioni anche per i bambini

    Meno di due giorni all’inizio di Nature Urbane e sono già oltre 5000 le persone che si sono prenotate un posto per uno degli appuntamenti e visite in programma per il Festival del paesaggio che inizierà giovedì 20 settembre a Varese. A poche ore dal via dell’iniziativa si registrano
  • Nature Urbane, dieci grandi attori leggono l’Isola del Tesoro nei parchi della città

    “A VELE SPIEGATE” è questo il titolo della rassegna di NATURE URBANE 2018, un viaggio a puntate con l’intramontabile e avvincente capolavoro di Stevenson che verrà letto nell’incantevole scenografia dei parchi cittadini, del Lago di Varese e delle vette del Campo dei
  • Conte alla Lega “Si rassegnino, nessuna spaccatura nella giunta”

    “Si rassereni il commissario della Lega di Varese: non c’è nessuna spaccatura all’interno della Giunta a Palazzo Estense. La domanda che invece mi pongo è: la Lega del capoluogo è ancora commissariata e da quanto?  La vera spaccatura, in città, è all’interno di quel