Un Capodanno più sicuro a Varese

Massima attenzione alla salute di persone e animali. Prevenzione del rischio incendi e per la qualità dell’aria in un periodo di smog

30 Dicembre 2018
Guarda anche: AperturaComune di VareseVarese Città
 

Il Comune di Varese ha emesso l’ordinanza per il divieto di far esplodere botti e petardi tra le ore 19.00 del 31 dicembre 2018 e le ore 06.00 del 1 gennaio 2019 in luoghi coperti o scoperti, pubblici o privati, nelle immediate prossimità di abitazioni e/o altri luoghi caratterizzati dalla presenza di persone e animali, con particolare riguardo ai luoghi di cura, specificando inoltre che i botti cosiddetti “declassificati” di libero commercio possono essere esplosi in zone isolate, a debita distanza dalle persone e dagli animali e comunque prestando la massima attenzione al fine di prevenire eventuali incendi. Il materiale in questione deve essere acquistato esclusivamente da rivenditori autorizzati, munito della dicitura attestante la possibilità di commercializzazione al pubblico.

Gli obiettivi dell’ordinanza sono quelli di garantire la sicurezza e la salute, migliorando le condizioni di vivibilità nel centro urbano e salvaguardando la convivenza civile e la coesione sociale, garantendo da un lato l’utilizzabilità a fini ludici di articoli legalmente prodotti e venduti e dall’altro il diritto alla quiete per persone e animali, con particolare riguardo a soggetti affetti da patologie, evitando altresì il pericolo incendi e danneggiamenti alla vegetazione e alla colture.

Tra le motivazioni dell’ordinanza inoltre si legge anche quella legata allo smog. Nei giorni scorsi infatti le concentrazioni degli inquinanti nell’aria in gran parte della Lombardia sono state oltre la soglia tanto che sono state attivate per qualche giorno le misure temporanee di primo livello del Protocollo Aria di Regione Lombardia.

Inoltre, l’ordinanza emessa dall’amministrazione di Varese richiama esplicitamente le conseguenze negative che i botti possono causare sulla salute delle persone e degli animali, in particolare quando i petardi sono esplosi vicino a luoghi di cura.

La violazione dell’ordinanza firmata oggi comporterà l’applicazione delle sanzioni amministrative che potranno andare da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro, il sequestro del materiale pirotecnico utilizzato o illecitamente detenuto e la successiva confisca.

Tag:

Leggi anche:

  • Nuove piantumazioni a Varese per primavera

    Fervono i lavori di primavera eseguiti dalle squadre del Verde pubblico del Comune di Varese che in questi giorni hanno piantumato oltre 20 nuovi alberi in diversi luoghi della città. Nello specifico cinque nuovi tigli e due platani sono stati piantanti nel giardinetto dell’ex officina di
  • Fondazione Varesotto, oltre 1,5 milioni di euro per il territorio

    In arrivo oltre 1.500.000 di euro per il territorio. Emessi i Bandi 2019 della Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus con fondi territoriali assegnati dalla Fondazione CARIPLO per la Comunità della provincia di Varese. I Bandi risultano così articolati: ASSISTENZA SOCIALE:
  • Varese si Muove: scandenza dei vecchi permessi residenti

    Scade il 31 marzo la proroga dei vecchi permessi residenti cartacei. In questi mesi si stanno svolgendo le operazioni di sostituzione con le nuove vetrofanie dotate di Qrcode e codice identificativo che registrano elettronicamente i dati del titolare del pass come la residenza e la tipologia
  • Assegno di ricerca alla memoria di Salvatore Furia

    Il Dbsv, Dipartimento di Biotecnologie e Scienze per la vita dell’Università dell’Insubria, ha vinto l’assegno di ricerca di 15mila euro dato dagli Amici dell’Università in memoria di Salvatore Furia, famoso meteorologo varesino, fondatore della Società astronomica Schiaparelli. Sarà