Torino: musica per integrare, ma una famiglia musulmana non ci sta

Le lezioni musicali sarebbero contro il Corano, così una bimba marocchina cambia istituto

28 ottobre 2015
Guarda anche: Italia
violino-con-spartito-musicale

La musica sarebbe contro il Corano: è questa la tesi che ha portato una famiglia marocchina, residente nel Torinese, a trasferire la propria figlia da un istituto scolastico ad un altro, a causa del progetto “Crescere in orchestra” che si scontrerebbe con le prescrizioni del libro sacro dell’Islam.

Altre famiglie di religione musulmana frequentanti quella stessa scuola, tuttavia, si sono immediatamente dissociato da un gesto che docenti e dirigenti non hanno assolutamente compreso, anche perché l’iniziativa era rivolta proprio ad integrare ragazzi di culture, etnie e religioni diverse all’insegna della musica.

Tag:

Leggi anche:

  • Giro d’Italia numero 100: vince l’olandese Dumoulin

    Con la cronometro Monza-Milano (29.3 km) si è chiuso il Giro d’Italia numero 100. A vincere la celeberrima corsa in rosa targata 2017 è stato Tom Dumoulin, l’olandese della Sunweb che ha stupito un po’ tutti e che si è laureato il nuovo re in rosa. Quintana, Nibali e Pinot si classificano
  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad