Torino: musica per integrare, ma una famiglia musulmana non ci sta

Le lezioni musicali sarebbero contro il Corano, così una bimba marocchina cambia istituto

28 ottobre 2015
Guarda anche: Italia
violino-con-spartito-musicale

La musica sarebbe contro il Corano: è questa la tesi che ha portato una famiglia marocchina, residente nel Torinese, a trasferire la propria figlia da un istituto scolastico ad un altro, a causa del progetto “Crescere in orchestra” che si scontrerebbe con le prescrizioni del libro sacro dell’Islam.

Altre famiglie di religione musulmana frequentanti quella stessa scuola, tuttavia, si sono immediatamente dissociato da un gesto che docenti e dirigenti non hanno assolutamente compreso, anche perché l’iniziativa era rivolta proprio ad integrare ragazzi di culture, etnie e religioni diverse all’insegna della musica.

Tag:

Leggi anche:

  • Draghi Valle Olona: a settembre una nuova avventura per il Minibasket

    Partirà a Settembre una nuova avventura per il Minibasket grazie alla collaborazione tra Polisportiva Sportpiu, Scuola Basket Castellanza e A.S.D. Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore: la Scuola Minibasket Draghi Valle Olona, il primo centro sovraterritoriale della zona! Il Progetto concretizza
  • Riqualificazione del campo da rugby di Giubiano, accordo firmato

    Questa mattina a Roma è stata firmata la convenzione tra il Coni e i 32 Enti locali che hanno presentato, e sono stati selezionati, nell’ambito del bando “Fondo Sport e Periferie”, dedicato alla riqualificazione degli impianti sportivi italiani. Tra i comuni presenti a Roma c’era anche
  • Un percorso mondiale per la 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine

    La 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine, in programma a Varese sabato 30 settembre (crono) e domenica 1° ottobre (gran e medio fondo) sarà una gara da non perdere. Entrata da quest’anno nel circuito UCI GRAN FONDO WORLD SERIES la Gran Fondo Tre Valli Varesine 2017 sarà una prova
  • Sanità: illustrato il modello di inclusione dell’Associazione Special Olympics

    Promuovere sempre di più lo sport come mezzo di inclusione sociale per i disabili intellettivi anche gravi e valutare anche la possibilità di individuare un riferimento regionale per la formazione di allenatori e istruttori dello sport unificato (l’attività motoria e sportiva fatta