Sequestrati tappeti persiani rubati

La Digos di Varese ha sgominato un'attività di ricettazione di merce rubata, portata avanti da un italiano di 55 anni

03 agosto 2015
Guarda anche: Varese Città
Poliziafoto

Dalla consueta attività di prevenzione condotta dalla Digos della Questura, nei giorni scorsi, si è appreso di un’attività illecita condotta all’interno di un locale adibito a carrozzeria. Gli accertamenti condotti sul posto hanno permesso di appurare che il titolare, un cittadino italiano di 55 anni residente a Varese, di origini calabresi con numerosi precedenti di polizia per vari reati, custodiva una quantitativo ingente di materiale provento di furto tra cui 24 tappeti persiani di valore e una mantella della Divisa dell’Arma dei Carabinieri, oggetti per il cui possesso l’indagato tra l’altro non ha fornito spiegazioni convincenti. 

I tappeti erano provvisti di etichetta (catalogazione del negozio) ma non associati ad un certificato di originalità che normalmente accompagna l’acquisto dei tappeti persiani. Gli stessi sono stati rinvenuti in parte in un locale chiuso con chiave e in parte nell’appartamento dell’uomo.

Un commerciante di tappeti persiani chiamato a collaborare alle indagini ha valutato l’autenticità e il valore degli stessi pari a circa 50.000 data la pregevole fattura con metodo artigianale.

Tutto il materiale è stato sequestrato e grazie agli accertamenti successivi condotti dagli agenti della Digos che hanno permesso di individuare la provenienza furtiva dei tappeti perpetrati in una rivendita della provincia di Como, riconsegnati all’avente diritto.

La mantella dei Carabinieri è stata consegnata al locale Comando per maggiori accertamenti.

Negli anni passati all’uomo, erano state sequestrate da parte della Squadra Amministrativa della Questura un quantitativo ingente di armi e munizioni di tipologie varie legalmente detenute a seguito di notifica di un divieto di detenzione di armi per comportamenti minacciosi gravi nei confronti della moglie.

Tag:

Leggi anche:

  • La trappola sessuale è finita: in manette tre nordafricani

    Una ragazza di 17 anni, italiana, veniva usata come esca: il suo compito era quello di sedurre uomini soli nei locali e cercare di convincerli ad appartarsi con lei. Una volta portata la vittima in un luogo isolato e lontano dagli occhi della gente, ecco che entravano in gioco i tre nordafricani:
  • Furto in Fattoria, rubata la conigliona Ruggera

    Un gesto davvero triste e di “cattivo gusto” da parte di qualcuno che nelle giornata di martedì 24 aprile si è appropriato della conigliona Ruggera Bianconiglia. E’ accaduto alla Fattoria Pasque di Casale Litta (VA). “Buongiorno a tutti! Ci dispiace dover dare questa triste
  • Rapina a Saronno, in manette un 19enne tunisino

    L’obiettivo del furto era il telefono della giovane: il ragazzo di 19 anni senza fissa dimora l’ha minacciata armato di coltello per sottrarle il telefono. La 22enne ha tentato invano di scampare al furto, ma una volta che il telefono le è stato sottratto il tunisino si è dato alla
  • Locarno, razzia dei “fenicotteri d’arte” nella notte

    L’installazione artistica “Apolide” creata da Oppy De Bernardo verrà smontata a partire dalla mezzanotte. I fenicotteri rosa e gli altri salvagenti variopinti, dopo aver colorato per una decina di giorni Piazza Grande, sono quindi pronti a “cambiare casa”. Ma prima