Sequestrati tappeti persiani rubati

La Digos di Varese ha sgominato un'attività di ricettazione di merce rubata, portata avanti da un italiano di 55 anni

03 agosto 2015
Guarda anche: Varese
Poliziafoto

Dalla consueta attività di prevenzione condotta dalla Digos della Questura, nei giorni scorsi, si è appreso di un’attività illecita condotta all’interno di un locale adibito a carrozzeria. Gli accertamenti condotti sul posto hanno permesso di appurare che il titolare, un cittadino italiano di 55 anni residente a Varese, di origini calabresi con numerosi precedenti di polizia per vari reati, custodiva una quantitativo ingente di materiale provento di furto tra cui 24 tappeti persiani di valore e una mantella della Divisa dell’Arma dei Carabinieri, oggetti per il cui possesso l’indagato tra l’altro non ha fornito spiegazioni convincenti. 

I tappeti erano provvisti di etichetta (catalogazione del negozio) ma non associati ad un certificato di originalità che normalmente accompagna l’acquisto dei tappeti persiani. Gli stessi sono stati rinvenuti in parte in un locale chiuso con chiave e in parte nell’appartamento dell’uomo.

Un commerciante di tappeti persiani chiamato a collaborare alle indagini ha valutato l’autenticità e il valore degli stessi pari a circa 50.000 data la pregevole fattura con metodo artigianale.

Tutto il materiale è stato sequestrato e grazie agli accertamenti successivi condotti dagli agenti della Digos che hanno permesso di individuare la provenienza furtiva dei tappeti perpetrati in una rivendita della provincia di Como, riconsegnati all’avente diritto.

La mantella dei Carabinieri è stata consegnata al locale Comando per maggiori accertamenti.

Negli anni passati all’uomo, erano state sequestrate da parte della Squadra Amministrativa della Questura un quantitativo ingente di armi e munizioni di tipologie varie legalmente detenute a seguito di notifica di un divieto di detenzione di armi per comportamenti minacciosi gravi nei confronti della moglie.

Tag:

Leggi anche:

  • Giro d’Italia numero 100: vince l’olandese Dumoulin

    Con la cronometro Monza-Milano (29.3 km) si è chiuso il Giro d’Italia numero 100. A vincere la celeberrima corsa in rosa targata 2017 è stato Tom Dumoulin, l’olandese della Sunweb che ha stupito un po’ tutti e che si è laureato il nuovo re in rosa. Quintana, Nibali e Pinot si classificano
  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad