Sel attacca la dote scuola: “Troppe penalizzazioni per l’istruzione pubblica”

La sezione gallaratese di Sinistra Ecologia e Libertà critica i proclami di Maroni

28 agosto 2015
Guarda anche: GallaratePolitica
Selfoto

Sinistra Ecologia e Libertà lancia un attacco frontale alla dote scuola di Regione Lombardia, definendola inefficiente e anzi dannosa verso la scuola pubblica. Ecco il comunicato stampa rilasciato dalla sezione gallaratese:

Non solo più soldi alle scuole private, ma se vai alla scuola pubblica aspetti (e anticipi i soldi – se li hai – per i libri). E’ la ricetta
leghista della libera scelta. Libera per chi può permettersela. La dote scuola quest’anno arriveranno a fine settembre. Decisamente fuori tempo massimo, visto che i contributi sono finalizzati “esclusivamente per l’acquisto dei libri di testo e/o dotazioni tecnologiche”. Così chi può i libri li compra, chi non può aspetta. O magari prova a convincere i negozianti ad anticiparli in attesa della dote, come suggerisce l’assessora regionale. Che tanto i commercianti possono ben permettersi di questi tempi di attendere qualche mese a incassare.

Inefficienza di Regione Lombardia (alla faccia dei proclami di Maroni). Ma anche un altro colpo alla scuola pubblica, dopo la riduzione delle risorse
destinate, a tutto vantaggio delle private. Dal 2015 hanno infatti diritto a ricevere il contributo solo gli studenti frequentanti la scuola media e
percorsi di istruzione fino al compimento dell’obbligo scolastico (classi I e II delle scuole secondarie di secondo grado e dei percorsi di istruzione
e formazione professionale). Nulla da quest’anno agli studenti delle scuole elementari (che pure diverse spese le hanno, anche se i libri sono forniti
gratuitamente) e nulla soprattutto per chi continua a frequentare la scuola superiore fino al diploma. Dal terzo anno ti paghi i libri e tutto il resto.
Viceversa se frequenti una scuola privata hai diritto al buono scuola. Qui le famiglie possono avere un ISEE ben più alto (inferiore o uguale a 38.000
euro) e il contributo è ben più sostanzioso: da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 2.000 contro i 90 euro minimo e 240 euro massimo per chi frequenta le scuole pubbliche. In più se la scuola è privata, si ha diritto al contributo – fra 300 e 700 euro – anche per le scuole elementari.

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il