Sel attacca la dote scuola: “Troppe penalizzazioni per l’istruzione pubblica”

La sezione gallaratese di Sinistra Ecologia e Libertà critica i proclami di Maroni

28 agosto 2015
Guarda anche: GallaratePolitica
Selfoto

Sinistra Ecologia e Libertà lancia un attacco frontale alla dote scuola di Regione Lombardia, definendola inefficiente e anzi dannosa verso la scuola pubblica. Ecco il comunicato stampa rilasciato dalla sezione gallaratese:

Non solo più soldi alle scuole private, ma se vai alla scuola pubblica aspetti (e anticipi i soldi – se li hai – per i libri). E’ la ricetta
leghista della libera scelta. Libera per chi può permettersela. La dote scuola quest’anno arriveranno a fine settembre. Decisamente fuori tempo massimo, visto che i contributi sono finalizzati “esclusivamente per l’acquisto dei libri di testo e/o dotazioni tecnologiche”. Così chi può i libri li compra, chi non può aspetta. O magari prova a convincere i negozianti ad anticiparli in attesa della dote, come suggerisce l’assessora regionale. Che tanto i commercianti possono ben permettersi di questi tempi di attendere qualche mese a incassare.

Inefficienza di Regione Lombardia (alla faccia dei proclami di Maroni). Ma anche un altro colpo alla scuola pubblica, dopo la riduzione delle risorse
destinate, a tutto vantaggio delle private. Dal 2015 hanno infatti diritto a ricevere il contributo solo gli studenti frequentanti la scuola media e
percorsi di istruzione fino al compimento dell’obbligo scolastico (classi I e II delle scuole secondarie di secondo grado e dei percorsi di istruzione
e formazione professionale). Nulla da quest’anno agli studenti delle scuole elementari (che pure diverse spese le hanno, anche se i libri sono forniti
gratuitamente) e nulla soprattutto per chi continua a frequentare la scuola superiore fino al diploma. Dal terzo anno ti paghi i libri e tutto il resto.
Viceversa se frequenti una scuola privata hai diritto al buono scuola. Qui le famiglie possono avere un ISEE ben più alto (inferiore o uguale a 38.000
euro) e il contributo è ben più sostanzioso: da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 2.000 contro i 90 euro minimo e 240 euro massimo per chi frequenta le scuole pubbliche. In più se la scuola è privata, si ha diritto al contributo – fra 300 e 700 euro – anche per le scuole elementari.

Tag:

Leggi anche:

  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele
  • Cinque mastini della Pallanuoto Banco BPM Sport Management convocati in Nazionale

    Saranno ben cinque gli atleti della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che dal 29 ottobre all’1 novembre 2017 si ritroveranno al Centro Federale di Ostia per il raduno collegiale della Nazionale Italiana. Il Commissario Tecnico Alessandro Campagna radunerà gli azzurri per quattro giorni di
  • Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup

    Sorteggiati oggi gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup, con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che ha conosciuto il nome della sua avversaria: la Stella Rossa Belgrado. La formazione guidata da mister Marco Baldineti dunque sfiderà la compagine serba (vincitrice