Sacchetti per frutta e verdura: la risposta della Coop Svizzera

L’arrivo dei sacchetti bio, obbligatori in tutti i supermercati dal 1° gennaio, ha sollevato parecchie polemiche. A rispondere all’Italia arriva la Svizzera con la sua alternativa

03 gennaio 2018
Guarda anche: AttualitàHinterland svizzera

Sacchetti bio? No grazie, la Coop Svizzera risponde con delle mini bag, lavabili e riutilizzabili, contro gli sprechi e il sovrapprezzo (per altro obbligatorio all’acquisto).

La legge – Dal 1° gennaio 2018 sono arrivati in tutti gli esercizi commerciali che vendono frutta, verdura, carne e pesce, i sacchetti biodegradabili e compostabili; a sollevare la polemica è stato il costo di questi, che influisce (anche se di poco) sulla spesa dei contribuenti che si ritrovano a pagare in modo obbligatorio la nuova tassa.

Esistono delle alternative semplici e sostenibili? Questa la domanda che si sono posti in tantissimi, dopo le immagini pubblicate in rete del prezzo della frutta attaccato direttamente sulla buccia di quest’ultima. Una soluzione forse c’è e  l’iniziativa arriva dalla Coop Svizzera. Coop offre sacchetti per frutta e verdura riutilizzabili, le cosiddette Multi Bag, realizzate in cellulosa certificata FSC.Questi sacchetti rappresentano l’alternativa ecologica per tutti i consumatori che, quando acquistano frutta e verdura, vogliono rinunciare al sacchetto di plastica monouso” spiega l’azienda

I sacchetti soddisfano numerosi criteri: “Per noi era fondamentale che i sacchetti fossero realizzati in materiali sostenibili. Inoltre ci interessava che le etichette dei prezzi si potessero rimuovere con facilità e che il sacchetto fosse lavabile in lavatrice”, spiega Guido Fuchs, specialista in materia di sostenibilità da Coop.

Lo scopo delle multi bag – Per evitare che il consumatore debba pagare il peso della Multi Bag (27 grammi) la frutta e la verdura devono essere pesate senza il sacchetto e imbustate solo in seguito. Naturalmente è possibile anche riporre diverse varietà di frutta e verdura nella stessa Multi-Bag e incollare tutte le etichette dei prezzi sul sacchetto.

Tag:

Leggi anche:

  • Fontana, entro l’estate un’intesa con il Canton Ticino su ambiente e infrastrutture

    Le condizioni politiche attuali consentono di guardare ai ristorni con maggior serenità rispetto al passato. Questi, in sintesi, gli esiti dell’incontro fra il presidente della Regione Lombardia con il presidente del Consiglio di Stato, Claudio Zali. Hanno accompagnato il governatore anche
  • Folle corsa in contromano in autostrada

    Percorreva l’autostrada A2 in Svizzera, nel tratto dopo Chiasso, in contromano causando panico e pericolo tra gli altri automobilisti. Fortunatamente non vi sono state gravi conseguenze, eccetto l’urto contro il guardrail centrale da parte del giovane. La corsa del 24enne residente in provincia
  • Boati scuotono la Lombardia, due caccia intercettano un aereo Francese

    I due boati potentissimi che questa mattina hanno messo in agitazione tutta la provincia di Varese (arrivando fino a Milano, Bergamo, Como, in Svizzera e in alcune zone dell’Alto Adige) sono stati causati da due caccia che hanno superato la barriera del suono. Centinaia le chiamate ai Vigili
  • Frontalieri bilancio 2017: Brianza “Regio insubrica organo centrale nelle trattative”

    “La Comunità di lavoro della Regio Insubrica si è riconfermata come strumento fondamentale e prezioso nella gestione degli accordi bilaterali tra Italia e Svizzera, promuovendo la cooperazione tra i due Paesi e tutelando gli interessi dei frontalieri e dei comuni di frontiera”. Lo ha