Roma: Marino ritira le dimissioni, ma il Pd punta a sfiduciarlo

Clamoroso gesto del sindaco: cinque assessori si dimettono, Orfini chiede ai consiglieri di seguirli

29 ottobre 2015
Guarda anche: ItaliaPolitica
marino

 

La vicenda di Ignazio Marino si arricchisce di un nuovo colpo di scena: alle 16.28 di oggi il sindaco ha ritirato le proprie dimissioni dalla carica, le quali altrimenti sarebbero divenute operative dal prossimo 2 novembre.

Il Partito democratico, tuttavia, non si lascia sorprendere dalla decisione: puntualmente, il vicesindaco Causi e gli assessori Esposito, Rossi Doria, Sabella e Di Liegro hanno invece formalizzato le proprie dimissioni, abbandonando di fatto il primo cittadino. Il responsabile del Pd romano Matteo Orfini ha chiesto ai consiglieri comunali dei Democratici di fare altrettanto: per far decadere la consiliatura servono gli abbandoni di 25 membri e quelli del Pd sarebbero 19, ma sommando i consiglieri di altre forze di maggioranza unitamente a quelli di opposizione non ci dovrebbero essere problemi a raggiungere il quorum che farebbe definitivamente decadere Ignazio Marino dalla carica di sindaco di Roma Capitale.

 

Tag:

Leggi anche: