Provincia di Varese: differenziata al 66%

Obiettivi regionali raggiunti con cinque anni di anticipo

06 ottobre 2016
Guarda anche: Varese
rifiuti camion spazzatura

Nell’anno 2015, i Comuni della Provincia di Varese hanno fatto registrare una percentuale di raccolta differenziata pari al 65.9%, superando così l’obiettivo regionale del 65% con cinque anni di anticipo. Di seguito le dichiarazioni dell’amministrazione provinciale:

Gunnar Vincenzi, Presidente della Provincia di Varese: «In questi la Provincia ha continuato a lavorare per ottimizzare sempre più il sistema della gestione rifiuti e ha ottenuto indici percentuali di grande valore, raggiungendo con grande anticipo tutti gli obiettivi fissati dalla Regione per l’anno 2020. Traguardo possibile grazie all’importante impegno delle singoli amministrazioni locali e di tutti i cittadini che, gestendo al meglio i rifiuti domestici, hanno contribuito a questi risultati».

Valerio Mariani, consigliere provinciale delegato all’Ambiente: «I dati del report fanno emergere la professionalità degli uffici della Provincia, che attraverso un grande lavoro hanno saputo essere autorevoli interlocutori con le amministrazioni locali e il territorio su un tea complesso e importante come quello della gestione dei rifiuti. Numeri alla mano, si nota come pochissime province in Italia hanno numeri migliori dei nostri, dal momento che Varese si attesta alla decina posizione in graduatoria ed è terza a livello regionale. Risultati che assumono un valore ancor più importante se si pensa che quella di Varese, rispetto a molte altre realtà, è una provincia che conta quasi 900 mila abitanti».

SCHEDA RIASSUNTIVA

Dato differenziata 2015: 65,9% (nel 2014 64,5% – nel 2013 63%)

Il trend nell’ultimo triennio è + 1,5%.

  • 97 comuni sopra il 65% (1 sopra l’80% Cassano Magnago e 56 sopra il 70%)
  • 25 sono tra il 60 e il 65% (tra cui Busto e Varese)
  • 17 sono sotto il 60% (5% della popolazione provinciale)

RAGGIUNTO L’OBIETTIVO REGIONALE DEL 65% ENTRO IL 2020

 

Produzione di rifiuto indifferenziato pro capite è 451 kg a persone ed è diminuita dello 0,8% rispetto al 2014.

OBIETTIVO REGIONALE È 455 KG AL 2020

  • Brenta si distingue nel pro capite poiché ha prodotto meno di 50 kg pro capite
  • 70 comuni che hanno un pro capite sotto i 100 kg

 

20 comuni sono pronti a introdurre il sistema a tariffa puntuale e attualmente sono 2 i Comuni con tariffa puntuale (Cassano Magnago e Malnate)

 

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il