Prodotti tipici del territorio: da folklore a volano economico

Questo il tema del convegno ospitato ieri sera al De Filippi con l'amministrazione comunale, Aime e docenti universitari

30 ottobre 2015
Guarda anche: Varese
grnlst2

Si è svolto con grande partecipazione di pubblico e di media il convegno: “Prodotto tipico del territorio: da folklore a volano economico”, ospitato presso il De Filippi di Varese, giovedì 29.
Dopo i saluti introduttivi, il Prof. Giovanni Baggio, Preside dell’Istituto De Filippi, ha spiegato: “Da trent’anni la nostra scuola affronta, anche a livello didattico e formativo, i temi dei prodotti a km 0, della stagionalità, dell’importanza della qualità dell’alimentazione. Ma anche i temi dello spreco, dell’inquinamento, degli impatti sociali sul mondo dell’occupazione. Personalmente, nutro un auspicio: che si possa arrivare presto ad un accordo articolato tra mondo della formazione e dell’imprenditoria; una sorta di vero “patto formativo” che metta al centro le competenze specifiche dell’individuo e il buon rapporto tra terra e prodotti locali”.
Un augurio per il buon proseguimento del convegno è giunto al pubblico presente anche dal Sindaco Avvocato Attilio Fontana, da Daniele Marantelli e da Monsignor Franco Agnesi.
Ha poi preso la parola il Prof. Gioacchino Garofoli dell’Insubria che ha spiegato: “Oggi il rilancio dell’imprenditoria agroalimentare è affidata ad una ricca gamma di figure professionali, ad un vero mix di competenze altamente scolarizzate e specializzate, e spesso è legata alla riscoperta artistica e culturale. Ciò vuol dire che il prodotto locale può essere considerato come vero agglutinante dello sviluppo territoriale solo quando è in grado di garantire: l’up-grading della qualità, la crescita di un sistema turistico integrato, un rapporto di fiducia con il consumatore e la salvaguardia del paesaggio”.
Fabio Binelli, Vice Presidente Delegato Latte Varese, ha poi posto l’accento sulle criticità attuali del sistema agricolo nostrano, evidenziando come: “L’ambito meno fragile della produzione locale, in grado di garantire un buon reddito lordo aziendale, è quello zootecnico. Oggi la nostra agricoltura non gode di buona salute e questo anche perchè, purtroppo, i costi di produzione sono altissimi e spesso quasi insostenibili in un panorama globalizzato. A questo si aggiunge una bassa – e talvolta inefficace – difesa dei produttori anche in termini normativi”. Binelli ha poi posto al pubblico alcuni cruciali interrogativi: “Esistono veri prodotti tipici locali in grado di comunicarsi efficacemente e con caratteristiche distintive sul mercato nazionale?”
Queste domande aperte e numerosi altri spunti di riflessione sono stati accolti da Marco Colombo, Presidente AIME Agroalimentare e da Gianni Lucchina, Segretario Generale AIME che ha ribatito il carattere intersettoriale dell’Associazione, richiamando l’attenzione del pubblico sulla necessità di coinvolgere i giovani imprenditori, di accrescere il numero di consorzi e associazioni di produttori, tenendo conto delle buone potenzialità del mercato, soprattutto in relazione al capoluogo lombardo.
“Desidero che questo momento di confronto e di dialogo trovi un suo approfondimento futuro e una prosecuzione anche in termini operativi e concreti. Per questo ringrazio il Preside Baggio e l’Istituto che ci ha ospitati”, ha commentato in chiusura Lucchina.

Tag:

Leggi anche:

  • Euro Cup, semifinale: alla BPM Sport Management il primo round contro l’Oradea

    Grande spettacolo in vasca alle Piscine Manara. Nell’andata della semifinale di Euro Cup, la BPM Sport Management batte 12-10 (3-4, 3-4, 2-1, 4-1) il CSM Digi Oradea, rimontando nel quarto tempo lo svantaggio maturato nella prima parte di gara . Nell’altro match lo Jadran Carine Herceg Novi
  • Sabato 21 gennaio a San Vittore Olona va in scena la Cinque Mulini Studentesca

    È in programma sabato 21 gennaio a San Vittore Olona l’edizione numero 22 della Cinque Mulini Studentesca. Alla corsa campestre, che anticipa di un giorno la tradizionale e prestigiosa Cinque Mulini, sono attesi più di mille studenti delle scuole dell’Alto Milanese. L’iniziativa,
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management parte col botto e affonda Torino

    Prima vittoria del 2017 per la BPM Sport Management. Con una prova molto convincente, il sette di Gu Baldineti batte 18-5 (3-1, 5-0, 5-2, 5-2) il Torino 81 e, complice il pareggio del CC Napoli a Savona (10-10), è terzo da solo con 25 punti. Nel primo tempo sblocca il match dopo circa cinquanta
  • La BPM Sport Management inizia il 2017 contro il Torino ‘81

    E’ ancora sotto gli occhi di tutti la grande serata di martedì che ha fatto di Busto Arsizio la capitale della Pallanuoto. Dopo la vittoria del Settebello del CT Campagna contro la Georgia, domani un altro grande match sarà di scena alle Piscine Manara. I Mastini di Gu Baldineti, infatti,