Polizia di Stato: i calendari sono acquistabili on-line

I dodici scatti di Massimo Sestini sono stati realizzati con la partnership di Unicef

05 settembre 2015
Guarda anche: Italia
Poliziafoto

Per la prima volta il calendario della Polizia di Stato può essere acquistato con una procedura on line. Il cittadino collegandosi direttamente al sito www.unicef.it, alla voce “acquista il calendario della Polizia di Stato”, potrà, infatti, contribuire più agevolmente all’iniziativa di solidarietà che coinvolge la Polizia di Stato e Unicef attraverso la vendita del calendario 2016.
La realizzazione dei 12 scatti che hanno il compito di ritrarre il delicato ruolo degli uomini e delle donne della Polizia di Stato è stata affidata alla professionalità del noto fotografo Massimo Sestini, tra i vincitori quest’anno, del premio General News del World Press Photo of the Year. Dal 1995 uno dei più importanti premi foto giornalistici al mondo. Le fotografie rappresentano l’operatività della Polizia di Stato immortalata da una originale prospettiva: lo zenit, il punto più in alto, perpendicolare all’osservatore. ”Un’immagine scattata dalla prospettiva zenitale offre una nuova visione, esaltando dettagli e colori. Una percezione della realtà che risulta completa e rappresenta un mondo non altrimenti percepibile” sostiene il fotografo. Gli scatti aerei di Sestini, infatti, catturano l’attenzione e calano dall’alto l’osservatore nell’operatività dell’attività di polizia.
La realizzazione del calendario della Polizia di Stato è avvenuta con la partnership di Unicef. Il ricavato della vendita verrà devoluto al Comitato italiano per l’Unicef Onlus per sostenere il progetto “Sud Sudan – protezione per i bambini vittime dell’emergenza umanitaria” per garantire protezione e istruzione di base ai bambini sfollati. Grazie a questa consolidata partnership dal 2001 ad oggi sono stati complessivamente raccolti più di 2 milioni di euro e completati diversi progetti, di cui alcuni a sostegno dell’infanzia e contro lo sfruttamento dei minori in Cambogia, Benin, Congo, Guinea, Repubblica Centro Africana.
Rimane sempre attiva, fino al prossimo 21 settembre, la modalità di acquisto attraverso versamento sul conto corrente postale nr. 745000, intestato a “Comitato Italiano per l’Unicef”. Sul bollettino dovrà essere indicata la causale “Calendario della Polizia di Stato 2016 per il progetto Unicef “ Sud Sudan – protezione per i bambini vittime dell’emergenza umanitaria”. La ricevuta del versamento dovrà poi essere presentata agli Uffici Relazioni con il Pubblico di tutte le Questure d’Italia che forniranno dettagli sulla consegna.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim
  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.
  • Calcio – Il Varese si presenta ufficialmente e va in ritiro

    Oggi è il giorno del raduno, ieri sera si sono tenute le presentazioni ufficiali della nuova dirigenza biancorossa: è così che il Varese si appresta a vivere da protagonista la prossima stagione in serie D. Primo acquisto fra tutti mister Salvatore Iacolino, lo specialista di questa categoria:
  • Il Mastino della BPM Sport Management Valentino Gallo ha quasi sconfitto il Morbillo: a breve il ritorno a casa

    Negli scorsi giorni l’atleta della Pallanuoto BPM Sport Management Valentino Gallo, durante il ritiro con la Nazionale Italiana in preparazione ai Mondiali di pallanuoto in corso di svolgimento a Budapest in Ungheria, era stato colpito dal Morbillo una malattia infettiva che aveva messo k.o.