Piazza De Salvo rimessa a nuovo. Il quartiere torna a vivere

Inaugurata la nuova veste della piazza dopo la fine dei lavori. Panchine e fioriere per rendere più vivibile il rione

26 maggio 2016
Guarda anche: Varese
FB_IMG_1464270931964

È stata inaugurata oggi pomeriggio la nuova piazza De Salvo. L’area pedonale delle Bustecche, cuore pulsante del quartiere, è stata rimessa a nuovo. 

La pavimentazione è stata rifatta in cemento e resina, sostituendo la vecchia pavimentazione sconnessa e pericolosa.

In più sono state installate sei panchine, che prima non c’erano, e messe delle fioriere. Anche l’anfiteatro che porta alla sala polivalente della Piramide è stato ristrutturato.

La conclusione del cantiere, durato oltre un anno per problemi tecnici ma finalmente concluso in maniera positiva, è stata presentata dal sindaco Attilio Fontana, dall’ex assessore Stefano Clerici, che aveva dato il via al progetto, e dal consigliere comunale Giacomo Cosentino.

I lavori già realizzati sono costati 130.000 € compresi iva e gli oneri accessori. A causa delle sorprese che si sono trovate iniziando a demolire la piazza, si è dovuto intervenire con 17 varianti in corso d’opera.

“Una delle cause dei ritardi di fine lavori – hanno detto il sindaco e il consigliere Cosentino – sul cantiere aperto per circa un anno sono stati proprio gli imprevisti che abbiamo dovuto affrontare. Sono stati affrontati problemi di natura tecnica, che hanno avuto bisogno di tempo per essere risolti. Tuttavia l’amministrazione, per completare l’opera, ha previsto e già approvato in giunta, un ulteriore progetto da 30.000 euro circa, che porterà a compimento la riqualificazione completa della piazza”.

Nel nuovo progetto è prevista

– la sistemazione della scalinata che sale alla piazza dalla via Osoppo
– la sistemazione della rampa per disabili che scende dalla piazza all’anfiteatro
– la realizzazione di un’ aiuola utilizzando materiali ed essenze arboree dell’installazione per Expo 2015 in piazza Monte Grappa. Quest’ aiuola eventualmente potrebbe diventare un orto urbano, a seconda delle scelte dei residenti.

La piazza è ora in resina antiscivolo (dovranno essere sistemate alcune parti), sono state posizionate panchine ed è stato completamente rifatto l’anfiteatro.

Lista delle varianti eseguite in corso d’opera – dati tecnici

1. Demolizioni maggiori causate dell’eliminazione dei gradoni dell’anfiteatro: a seguito della rimozione delle piastrelle previste in progetto, la formazione di un avvallamento ha suggerito un’ispezione della struttura portante degli stessi prima del sovraccarico della pavimentazione cementizia. Nella fase di demolizione è stato rilevato il deterioramento dei materiali impiegati al sostegno delle lastre in serizzo a causa d’infiltrazioni acqua.

2. Allo scopo di mantenere intatta la guaina esistente sulla piazza è stata prestata particolare attenzione alla demolizione eseguita a mano con martello demolitore.

3. Nel punto in cui sono stati demoliti i gradoni dell’anfiteatro, la protezione della guaina esistente in corrispondenza dei box sotto la piazza è stata ottenuta con la realizzazione di un muro nuovo nell’anfiteatro.

4. Nuovo sistema di smaltimento delle acque meteoriche sull’angolo della piazza vicino al bar ottenuto tramite nuove pendenze della pavimentazione e la posa di canalette per evitare che l’acqua piovana confluisca nel corridoio adiacente al bar.

5. L’esiguo spessore della pavimentazione esistente della piazza che ha creato problemi di infiltrazione ha reso necessario un aumento dello spessore del massetto della pavimentazione.

6. Fibre di rinforzo nel getto del massetto per aumentare resistenza nei punti di aggancio all’esistente dove lo spessore passa da una media di 11 cm ad uno spessore medio a 5/6 cm.

7. È stato necessario lo spostamento della linea elettrica dei lampioni della piazza verso il lato esterno.

8. Carotaggio delle n. 4 pilette di raccolta dell’acqua esistenti sulla piazza, a causa del loro inadeguato diametro, per favorire la maggior raccolta di acqua.

9. Aiuola sulla piazza: estirpo delle siepi esistenti, posizionamento di n. 3 canalette di smaltimento acque meteoriche, ripristino di tubazioni esistenti di una linea di raccolta acqua diretta in fognatura, realizzazione di nuovi cordoni e riposizionamento corretto di quelli esistenti su lato corridoio, pulizia dell’aiuola stessa. Tutto ciò a causa di presenza di radici sotto la guaina esistente e un inadatto sistema di smaltimento delle acque meteoriche.

10. A causa di un sottodimensionato e ormai ammalorato sistema di raccolta delle acque meteoriche è stato previsto il ripristino dei sistemi di smaltimento già esistenti: espurgo, rinnovo di pozzetti con griglie e di canalette a lato edificio della piramide.

11. Guaina ad uno strato per ricoprire la guaina esistente sulla piazza poiché è stata mantenuta quella esistente.

12. Guaina a doppio strato per sistemazioni su piazza sul lato del bar e muro nuovo dell’anfiteatro

13. Scavo a lato piazza per preparazione al getto.

14. Ripristino del sistema di smaltimento acque provenienti dall’edificio principale e dalla copertura della piramide nel corridoio lato bar a causa di lavori non eseguiti a ‘regola d’arte’.

15. Riempimento in conglomerato cementizio dei primi tre gradoni dell’anfiteatro e ripristino degli stessi con posa delle lastre recuperate precedentemente.

16. Nuovo pozzetto perdente (diam. interno 1 m) nell’aiuola dell’anfiteatro per smaltimento acqua proveniente dal corridoio adiacente.

17. Nuovo pozzetto perdente (40×40 cm) per lo smaltimento dell’ acqua sul lato della piazza, dove è previsto un sistema di raccolta acqua sui lastroni recuperati dalla demolizione dei gradoni anfiteatro.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti