Padre varesino contro madre bulgara per il rapimento della figlia

Intricato caso giudiziario di carattere internazionale tra Varese e Sofia

09 dicembre 2015
Guarda anche: Varese Città
Tribunale

Tra Varese, la Procura dei Minori di Milano e Sofia, capitale della Bulgaria, si sta dipanando un caso giuridico internazionale di non scarsa rilevanza.

Un imprenditore varesino, infatti, ha avuto cinque anni fa una figlia dalla sua compagna bulgara: nel marzo scorso, la donna ha portato con sé nel paese balcanico la bambina, per una normale “vacanza” di tre settimane assolutamente concordata col partner. Senonché, una volta nel paese natio, la mamma ha deciso di non tornare più indietro, comunicando al compagno la decisione e avviando le pratiche per il trasferimento di residenza della minore.
Il padre, assolutamente contrario a tale scelta, ha denunciato ai Carabinieri il rapimento della figlia: da lì le iniziative giudiziarie, che si aggiorneranno il prossimo 12 gennaio alla Corte d’Appello di Sofia con la testimonianza di una vicina di casa dell’ormai ex coppia.

Tag:

Leggi anche: