Orizzonte Ideale lancia “Lo sportello per gli italiani”

Venerdì pomeriggio, in piazza Monte Grappa, il lancio di un servizio pensato per chi si sente discriminato da comportamenti favorevoli agli stranieri

09 luglio 2015
Guarda anche: PoliticaVarese Città
Cosentino

Giacomo Cosentino, coordinatore varesino dell’associazione nonché Consigliere del Comune di Varese, e Leslie Giovanni Mulas, responsabile organizzazione della stessa, presenteranno l’iniziativa a giornalisti e cittadini – insieme agli altri amministratori e iscritti ad Orizzonte Ideale – durante il gazebo previsto per venerdì 9 luglio in corso Matteotti a Varese (angolo piazza Monte Grappa lato Deutsche Bank) dalle ore 17.30 alle ore 20.

Perché?

L’associazione politico – culturale Orizzonte Ideale, nata a Varese e provincia lo scorso dicembre e già radicata in altri capoluoghi della Regione Lombardia tra cui Lecco e Brescia, intendere fare la sua parte per ridare priorità agli italiani nell’azione politico-amministrativa degli enti istituzionali operanti sul territorio comunale di Varese, onde evitare che dilaghi anche qui la tendenza nazionale a trattare coi guanti bianchi coloro che sono ospiti clandestini nel nostro Paese e dimenticando o discriminando i veri padroni di casa: gli italiani.

Cos’è?

Lo sportello per gli italiani è un servizio che nasce in primo luogo per ascoltare e, qualora possibile, intervenire in situazioni in cui gli italiani si sentono discriminati da comportamenti che favoriscono gli stranieri e che vengono messi in atto dalla pubblica amministrazione o da enti che svolgono attività legate, in qualche modo, alla vita sociale cittadina.

In secondo luogo, visto che per mancanza di fiducia nella pubblica amministrazione e nella politica “di palazzo” i cittadini spesso evitano addirittura di segnalare agli enti pubblici preposti situazioni di disagio, il servizio sarà a disposizione anche per questo e, dunque, sarà possibile segnalare situazioni di difficoltà relative a disservizi pubblici come, ad esempio, degrado urbano, sicurezza, servizi sociali a danno in primis di cittadini italiani. Un altro modo per ridare dignità ai nostri concittadini.
Come funziona?

Sarà sufficiente mandare una mail all’indirizzo info@orizzonteideale.it o scrivere sul profilo facebook Orizzonte Ideale Varese in cui dovrà essere spiegata brevemente la problematica – presente nel territorio del Comune di Varese – e indicato un numero di telefono dove essere ricontattati.

Entro una settimana si verrà ricontattati e, qualora la segnalazione risulterà fondata, i nostri amministratori locali, con l’aiuto di altre persone competenti in materia, si prenderanno cura della situazione e incontreranno personalmente gli interessati.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio