Oper Fiber e comune di Varese insieme per la banda ultra larga

L’azienda realizzerà nel comune lombardo un’infrastruttura interamente in fibra ottica, in modalità FTTH, con un investimento di circa 12 milioni di euro. Le unità immobiliari cablate saranno circa 31mila

13 novembre 2017
Guarda anche: AttualitàVarese Città

Open Fiber ha siglato oggi con il Comune di Varese una convenzione per la realizzazione di un’infrastruttura a banda ultra larga interamente in fibra ottica, che consenta a cittadini e imprese di beneficiare di una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo, sia in download che in upload. La società compartecipata al 50% da Enel e Cassa depositi e prestiti prevede un investimento diretto di circa 12 milioni di euro per la copertura capillare del comune lombardo, attraverso un totale di circa 32mila chilometri di fibra ottica. L’avvio dei cantieri è previsto entro la fine del mese di novembre, e i lavori dureranno circa 18 mesi. Le unità immobiliari coinvolte, tra famiglie e imprese, saranno circa 31mila.

Open Fiber realizzerà l’infrastruttura in fibra ottica in modalità Fiber to the Home (FTTH – fibra fino a casa), che consente prestazioni non raggiungibili con le reti in rame (ADSL) o fibra/rame (FTTC). La convenzione stabilisce inoltre le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Open Fiber utilizzerà ove possibile cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee già esistenti per limitare il più possibile l’impatto degli scavi sul territorio e gli eventuali disagi per la comunità. Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative sostenibili e a basso impatto ambientale.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. L’azienda punta a garantire la copertura delle maggiori città italiane con l’obiettivo di realizzare una rete a banda ultra larga quanto più pervasiva ed efficiente possibile, che favorisca il recupero di competitività del “sistema Paese” e, in particolare, l’evoluzione verso “Industria 4.0”. Grazie alla fibra ottica Open Fiber case, condomini, scuole, uffici, aziende e strutture della Pubblica Amministrazione velocizzeranno il processo di digitalizzazione, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e P.A. e aumentando la produttività e la competitività delle imprese.

“Una rete al 100% in fibra ottica che arriva direttamente nelle case dei cittadini è in grado di abbattere definitivamente il divario digitale dell’Italia e trasformare le nostre città abilitando nuovi servizi. Secondo studi autorevoli, a un incremento del 10% della banda ultra larga equivale una crescita del PIL di 1.5 punti” spiega Antonio Chiesa, Regional Manager Lombardia di Open Fiber. “Ringraziamo il Comune di Varese, con cui avvieremo una campagna di informazione per i cittadini, per aver sostenuto da subito il nostro progetto. Per minimizzare l’impatto dei lavori utilizzeremo le infrastrutture esistenti, dove possibile, e tecniche di scavo innovative come la microtrincea e l’one day dig”.

“Si tratta di un progetto che porterà circa 12 milioni di euro di investimenti a Varese per la connettività a banda ultra larga super veloce nella nostra città – ha dichiarato Andrea Civati, assessore ai Lavori pubblici del Comune di Varese – La fibra verrà portata nelle case e nelle aziende dei varesini. Un ulteriore segno che la nostra città è diventata appetibile per gli investitori che scelgono di venire a Varese e in questo caso di portare qui tecnologia di nuova generazione che porterà un beneficio per tutti i cittadini e le aziende. Nei prossimi mesi Open Fiber comincerà ad installare le nuova fibra in città compiendo un lavoro capillare anche nei quartieri che finalmente verranno raggiunti da questa possibilità”.

“Con questo nuovo progetto abbiamo un ulteriore prova che Varese ha deciso di muoversi verso il futuro e le nuove tecnologie – ha spiegato il vicesindaco di Varese Daniele Zanzi – Questa innovazione non andrà solo a beneficio dei singoli cittadini, ma anche della comunità. Infatti grazie a questo intervento sarà possibile aumentare ulteriormente il livello di sicurezza della nostra città, grazie a una capillare rete di videosorveglianza in tutto il territorio di Varese che sarà possibile collegare proprio con la nuova fibra messa a disposizione. Grazie ai sistemi di videosorveglianza si potrà anche monitorare il traffico in tempo reale”.

Tag:

Leggi anche:

  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele
  • Cinque mastini della Pallanuoto Banco BPM Sport Management convocati in Nazionale

    Saranno ben cinque gli atleti della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che dal 29 ottobre all’1 novembre 2017 si ritroveranno al Centro Federale di Ostia per il raduno collegiale della Nazionale Italiana. Il Commissario Tecnico Alessandro Campagna radunerà gli azzurri per quattro giorni di
  • Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup

    Sorteggiati oggi gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup, con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che ha conosciuto il nome della sua avversaria: la Stella Rossa Belgrado. La formazione guidata da mister Marco Baldineti dunque sfiderà la compagine serba (vincitrice