Movimento 5 Stelle: “Sulla teoria gender la Lega fa disinformazione”

I pentastellati si chiedono come si possano organizzare convegni su un tema che non esiste

30 settembre 2015
Guarda anche: Politica
Grillo in Basilicata per Succede Tour

Riportiamo di seguito un comunicato stampa di Iolanda Nanni, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in merito ad alcuni convegni promossi dalla Lega Nord sulla cosiddetta teoria gender.

“La teoria gender è una frottola e l’insistenza della Lega per approfondire un tema che non esiste e che interpreta a suo piacimento, con ben tre convegni sul tema organizzati fin qui Regione Lombardia, conferma il ruolo di un partito che è ormai solo un agente di disinformazione di massa. Le campagne propagandistiche fondate sulla paura sono nel dna dei i regimi totalitari che ne fanno un uso scientifico. Il delirio ideologico della Lega ritarda la comprensione delle tematiche della parità di genere, fa crescere l’odio omo-transfobico e allontana la possibilità per migliaia di persone di godere di pari diritti. Non ci sorprende che la Lega utilizzi sedi pubbliche e il logo di Expo per dare un alone di istituzionalità per dare spazio a strumentalizzazioni inutili e pericolose: è un partito che vive in perenne campagna elettorale sulla pelle di disperati e oppressi e che non vanta nessun risultato concreto nell’amministrazione del Paese”, così Iolanda Nanni, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle della Lombardia.

Tag:

Leggi anche: