La risposta di Palermo agli attacchi vandalici contro il ricordo di Falcone e Borsellino

Un grande murales per rispondere in modo forte a quanto accaduto negli ultimi giorni dopo il raid vandalico alla statua di Falcone nel quartiere Zen

13 luglio 2017
Guarda anche: AttualitàItalia

Davanti al una scuola nel quartiere Zen della città di Palermo, la statua raffigurante il busto del giudice Giovanni Falcone era stata danneggiata, il busto rotto e la testa staccata, lanciata poi contro le vetrate di ingresso della scuola. Dopo l’intervento di vari personaggi politici che hanno condannato questo gesto come un oltraggio alla storia italiana, il comune di Palermo ha deciso di omaggiare il giudice e il collega Paolo Borsellino con un murales.

Il progetto è stato realizzato dagli street artist nisseni Rosk e Loste con spray, vernice e una grossa gru: questi hanno dato vita ad un enorme murales sulla facciata dell’Istituto Nautico che si affaccia sul mare del capoluogo siciliano, raffigurando i due giudici nella famosa foto che li vede sorridenti insieme.

Il commento degli autori dell’opera “Da quando abbiamo iniziato i lavori molte persone si sono fermate e congratulate. Noi siamo siciliani ed è davvero un onore rappresentare un’opera così importante, a maggior ragione adesso, dopo gli spiacevoli atti vandalici contro la statua di Falcone”.

L’iniziativa in realtà non ha di base alcun legame con quanto accaduto pochi giorni fa, ma visti gli avvenimenti quest’opera ha assunto un valore simbolico ancora molto più importante. Il commento della vicepreside dell’istituto “Ci siamo lamentati in passato per i cartelloni pubblicitari che campeggiavano sulle mura della scuola, da qui la decisione: ora ci fa un immenso piacere portare in alto un simbolo cosi forte e in un punto di grande visibilità della città, di fronte alla Cala, è una causalità felice che questa manifestazione si compia all’indomani di due raid vandalici contro i giudici Falcone e Borsellino in due scuole: una risposta accolta con grande entusiasmo da tutti”.

Tag:

Leggi anche:

  • L’ “Inferno 1914-1918” della Prima Guerra Mondiale: Tom Porta in mostra a Milano

    Una mostra dedicata alla Prima Guerra Mondiale, l'”Inferno 1914-1918“. E’ quella dell’artista milanese Tom Porta che sarà inaugurata domani mattina martedì 12 giugno alle 9.45 a Palazzo Pirelli presso lo Spazio Eventi al primo piano, alla presenza del Presidente del
  • Faccia a Faccia con l’arte, il Museo Baroffio presenta “Uno stemma per tutti”

    Visite speciali per bambini alla scoperta delle curiosità nascoste tra le opere del Museo Baroffio. Animali, fiori, paesaggi animano i quadri, le statue, i codici miniati. Cerchiamo insieme i particolari più insoliti e sveliamo i segreti di questo luogo ricco di arte e storia! UNO STEMMA PER
  • Il Sacro Monte di Varese nella Hall of Fame di Tripadvisor

    Cinque anni consecutivi di eccellenza e la conseguente conquista della Hall of Fame di Tripadvisor! Il Sacro Monte di Varese è ancora primo in provincia con il record di 1385 recensioni, più del doppio di Villa Panza (550) e Palazzo Estense (440). Davanti anche a L’Isola Bella del Lago
  • Milano, anche Rho revoca la cittadinanza onoraria a Mussolini

    Sono passati 94 anni da quando nel 1924 il comune di Rho in provincia di Milano aveva assegnato a Benito Mussolini il titolo di cittadino onorario in qualità di “grande uomo che salvò l’Italia“. Oggi che il tema del fascismo è uno degli argomenti che più fanno discutere,