La Madonnina del Campo dei Fiori tornerà a vegliare sui varesini

Approvato dalla Soprintendenza il restauro dell'opera. Il Comune di Luvinate adesso lancia un appello per raccogliere i fondi tra i cittadini per ricollocare la statua nella sua posizione originaria

09 marzo 2015
Guarda anche: AperturaCultura Musica SpettacoloVarese Città
Madonnina 1

La Madonnina del Campo dei Fiori è stata salvata e tornerà a vivere e a vigilare su Varese e sul suo territorio. Il suo restauro è stato infatti approvato dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici e Paesaggistici dopo 11 mesi di attese e solleciti da parte del Comune di Luvinate. La notizia è stata data dal sindaco di Luvinate, Alessandro Boriani, nel corso di una apposita riunione indetta in Comune  e svoltasi sabato mattina per stabilire il percorso dei prossimi mesi.

All’incontro era anche presente l’Assessore all’Ambiente del Comune di Varese, Riccardo Santinon, e i rappresentanti del CAI Varese Senior, Alpini di Varese e dell’Osservatorio Astronomico (assente giustificato  l’Ente Parco Campo dei Fiori), cioè i componenti di quel  “Comitato per la Madonna del Campo dei Fiori” che nella primavera del 2014 fu istituito proprio per programmare la tanto auspicata restaurazione della Madonnina: enti comunali e realtà associative interessate a vedere la loro Madonnina tornare allo splendore di un tempo.

“La Madonna da oltre quarant’anni assisteva dalla vetta Varese e tutto il suo territorio,  realizzata dall’artista varesino Luigi Tardonato su
richiesta dell’allora presidente della Cittadella, il professor Salvatore Furia. Un simbolo venerato ma che il tempo aveva inevitabilmente danneggiato, creando non pochi rischi per la sicurezza. La statua infatti è alta quasi due metri ed è posta su un pilastro che è accanto al percorso, e questo con il trascorrere degli anni ha finito con il costituire un pericolo per passanti e camminatori. Per questo – ricorda il sindaco Boriani- il Comune di Luvinate, sentiti i responsabili delle Associazioni interessate, aveva deciso di provvedere alla rimozione della statua, successivamente portata nel laboratorio di Sara Tardonato (nipote dello scultore autore dell’opera) in attesa di essere restaurata”. Ora il lungo periodo di assenza dalla “sua” montagna potrà terminare e la speranza di tutti è che la Madonnina in breve tempo possa ritrovare il suo luogo originario.

Madonnina 2

Con l’incontro odierno, a seguito del via libera della Soprintendenza, abbiamo da una parte ribadito il nostro impegno per cercare, ciascuno secondo le proprie possibilità, i fondi necessari per il ripristino della statua della Vergine. Dall’altra –prosegue Boriani- lanciamo un appello ad enti, associazioni benefiche e privati cittadini: la montagna è di tutti e tutti dunque possiamo partecipare a questo percorso, per poter ridonare ai camminatori e ai fedeli l’immagine della Madonnina svettante tra il verde degli alberi e l’azzurro del cielo. Una compagnia costante e puntuale, con il sole o il maltempo, nelle ore più felici e più tristi”.

Ora è giunto il momento della concretezza, il passaggio dalle parole e dai propositi  al fare. L’obiettivo è quello di seguire e sostenere la
ricollocazione al più presto della statua della Vergine sulla vetta della montagna dei varesini. Per questo chi voglia informarsi, aiutare, sostenere il progetto può scrivere a protocollo@comune.luvinate.va.it.

Tag:

Leggi anche:

  • Luvinate, Boriani “Ripresi i lavori per la sicurezza del paese”

    Nonostante la pioggia, dalle ore 7.30 della mattina sono ripresi tutti i lavori di pulizia e di messa in sicurezza, a seguito dell’alluvione che per la terza volta ha colpito Luvinate dal luglio 2018. TUTTI AL LAVORO – Protezione Civile, operatori del Comune e squadre di intervento
  • Maltempo a Luvinate: detriti, acqua e tanta paura tra i cittadini

    Ancora fango, detriti e tanta, tanta legna bruciata hanno invaso Luvinate nella notte. Sono gli effetti della straordinaria pioggia, ma soprattutto degli incendi che hanno colpito la parte alta di Luvinate nel Campo dei Fiori nell’ottobre 2017: le zone percorse del fuoco rendono come noto
  • Notturna al monte Legnone con gli amici a 4 zampe

    Passeggiata gratuita (non necessita tesseramento ad associazioni) con i nostri amici a 4 zampe, organizzata dalle Guardie Ecologiche Volontarie del Campo dei Fiori. La passeggiata è immersa completamente nella natura. La lunghezza totale percorso è di circa 6 km per un dislivello totale di circa
  • Bandiera Verde consegnata al Parco Campo dei Fiori: una vera “Festa della Montagna”

    E’ stata consegnata alla Festa della Montagna nell piazzale dell’Hotel Campo dei Fiori, la Bandiera Verde per il Parco Regionale. “Ci è sembrato, semplicemente, il momento più adatto per la consegna ufficiale di questo riconoscimento – ha detto la presidente di