La Famiglia Bosina si prepara alla Giöbia

Giovedì 28 gennaio al Salone Estense il tradizionale momento folkloristico

26 gennaio 2016
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
Festa Giobia_2

La Famiglia Bosina si avvia a grandi passi verso il primo imperdibile appuntamento dell’anno: la “Festa d’ra Giöbia” che si terrà giovedì 28 gennaio 2016 alle ore 20 nella prestigiosa cornice del Salone Estense di Varese.
La serata avrà due momenti fondamentali: la celebrazione della donna, alla quale la festa della Giöbia è dedicata, e la proclamazione del Poeta Bosino dell’Anno.
Grandi protagoniste della serata saranno, dunque, tutte le donne in ossequio alla tradizione varesina che nell’ultimo giovedì di gennaio celebra da tempo immemore la figura della donna come regina della casa e instancabile lavoratrice. Il momento in cui cade la festa è significativo perchè proprio in questo periodo, un tempo, i mariti partivano per andare a lavorare all’estero e le donne prendeva le redini della famiglia sostituendoli durante i mesi in cui si trovava lontano per lavoro. Alla fine della cena, allora, essi consegnavano il cuore alle loro amate che tradizionalmente era un dolce di pastafrolla cotto nel forno della stufa a legna.
Il modo scelto dal nuovo Consiglio della Famiglia Bosina per celebrare il ruolo del gentil sesso sarà quello di presentare l’opera di due donne, Livia Cornaggia e Dede Conti, che quattro anni e mezzo fa hanno inaugurato il Museo Tattile Varese, esempio sostanzialmente unico in Europa, perché esclusivamente dedicato all’esposizione di modelli tattili in legno. Nelle intenzioni delle ideatrici il Museo aspira a diventare una sorta di enciclopedia tridimensionale da sfogliare con le dita, capace di stimolare non solo l’interesse per la conoscenza tattile, ma anche e soprattutto quella per il “mondo” artistico. La partecipazione alla Festa della Giöbia di Livia Cornaggia e Dede Conti, oltre a voler essere un modo per celebrare due donne responsabili di un’opera che costituisce un vanto per la città, si specchia nel nuovo trend della Famiglia Bosina che si propone di dare rilevanza alle micro realtà culturali del territorio, spesso poco conosciute nella nostra provincia, e che ha già portato alla presentazione della collezione archeologica Castiglioni, avvenuta alla Festa degli Auguri dello scorso dicembre.
Momento clou della serata sarà, poi, la proclamazione del Poeta Bosino dell’Anno al termine di un concorso che anche quest’anno ha visto la partecipazione di numerosi poeti dialettali.
Come sempre la serata sarà allietata dalla musica della tradizione: da un lato, quella del Gruppo Folkloristico Bosino e dall’altro, quella di Diana Ceriani, cantastorie bosina.
Ci sarà, infine, la possibilità di conoscere meglio Antonio Borgato, il nuovo Re Bosino, pronto per il debutto nel nuovo ruolo che avverrà nel pomeriggio di sabato 6 febbraio con la consegna delle chiavi della Città che darà inizio alle celebrazioni del Carnevale.
Insomma, gli ingredienti ci sono tutti affinchè la Festa della Giöbia 2016 si riveli un momento indimenticabile, frutto di quell’alchimia tra cultura, tradizione e allegria che la Famiglia Bosina si propone di mantenere.

La Famiglia Bosina si avvia a grandi passi verso il primo imperdibile appuntamento dell’anno: la “Festa d’ra Giöbia” che si terrà giovedì 28 gennaio 2016 alle ore 20 nella prestigiosa cornice del Salone Estense di Varese.
La serata avrà due momenti fondamentali: la celebrazione della donna, alla quale la festa della Giöbia è dedicata, e la proclamazione del Poeta Bosino dell’Anno.
Grandi protagoniste della serata saranno, dunque, tutte le donne in ossequio alla tradizione varesina che nell’ultimo giovedì di gennaio celebra da tempo immemore la figura della donna come regina della casa e instancabile lavoratrice. Il momento in cui cade la festa è significativo perchè proprio in questo periodo, un tempo, i mariti partivano per andare a lavorare all’estero e le donne prendeva le redini della famiglia sostituendoli durante i mesi in cui si trovava lontano per lavoro. Alla fine della cena, allora, essi consegnavano il cuore alle loro amate che tradizionalmente era un dolce di pastafrolla cotto nel forno della stufa a legna.
Il modo scelto dal nuovo Consiglio della Famiglia Bosina per celebrare il ruolo del gentil sesso sarà quello di presentare l’opera di due donne, Livia Cornaggia e Dede Conti, che quattro anni e mezzo fa hanno inaugurato il Museo Tattile Varese, esempio sostanzialmente unico in Europa, perché esclusivamente dedicato all’esposizione di modelli tattili in legno. Nelle intenzioni delle ideatrici il Museo aspira a diventare una sorta di enciclopedia tridimensionale da sfogliare con le dita, capace di stimolare non solo l’interesse per la conoscenza tattile, ma anche e soprattutto quella per il “mondo” artistico. La partecipazione alla Festa della Giöbia di Livia Cornaggia e Dede Conti, oltre a voler essere un modo per celebrare due donne responsabili di un’opera che costituisce un vanto per la città, si specchia nel nuovo trend della Famiglia Bosina che si propone di dare rilevanza alle micro realtà culturali del territorio, spesso poco conosciute nella nostra provincia, e che ha già portato alla presentazione della collezione archeologica Castiglioni, avvenuta alla Festa degli Auguri dello scorso dicembre.
Momento clou della serata sarà, poi, la proclamazione del Poeta Bosino dell’Anno al termine di un concorso che anche quest’anno ha visto la partecipazione di numerosi poeti dialettali.
Come sempre la serata sarà allietata dalla musica della tradizione: da un lato, quella del Gruppo Folkloristico Bosino e dall’altro, quella di Diana Ceriani, cantastorie bosina.
Ci sarà, infine, la possibilità di conoscere meglio Antonio Borgato, il nuovo Re Bosino, pronto per il debutto nel nuovo ruolo che avverrà nel pomeriggio di sabato 6 febbraio con la consegna delle chiavi della Città che darà inizio alle celebrazioni del Carnevale.
Insomma, gli ingredienti ci sono tutti affinchè la Festa della Giöbia 2016 si riveli un momento indimenticabile, frutto di quell’alchimia tra cultura, tradizione e allegria che la Famiglia Bosina si propone di mantenere.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti