Il sesso in auto non è più reato penale

Con la depenalizzazione resta solo la multa per gli atti osceni in luogo pubblico

29 marzo 2016
Guarda anche: Italia
sessoauto

Il notevole elenco di depenalizzazioni approvato dal Governo nello scorso mese di gennaio comprende anche gli atti osceni in luogo pubblico, tra i quali rientra l’appartarsi in auto con il proprio partner.

Per questa fattispecie non si rischia più il procedimento penale, sostituito da una sanzione amministrativa, ovvero da una multa che rischia peraltro di essere alquanto salata. Il reato penale rimane tale per atti osceni consumati in prossimità di luoghi frequentati da minori, come le scuole in orario diurno: qui si rischia la reclusione a partire da un minimo di 4 mesi. In ogni caso, per il tradizionale “carsex” ora non si rischia più di macchiarsi la fedina penale, ma al massimo di vedersi svuotato il portafoglio.

Tag:

Leggi anche:

  • Tutti in bici per i Comuni

    In occasione della settimana europea della mobilità torna Sabato 23 settembre la fortunata iniziativa “TUTTI IN BICI PER I COMUNI”, in collaborazione con i Comuni di Vedano Olona e Venegono Superiore. Ritrovo in Piazza delle Tessitrici alle 14.00 per la registrazione. Partenza alle
  • Dal 27 settembre la grande pallanuoto a Busto Arsizio con la BPM Sport Management e la Len Euro Cup

    Al via della competizione ci saranno, oltre ai mastini di Busto Arsizio, anche i francesi del Montpellier e del Pays D’Aix Natation, i tedeschi dell’OSC Postdam, i croati dello Jadran Split, gli ungheresi dello FTC Budapest (squadra che nella scorsa stagione si era aggiudica la Len Euro Cup) e
  • Ierago con Orago, inaugurazione Palestra in acqua Cele Daccò

    Il Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo interverrà domani, alle ore 10,30, alla cerimonia di inaugurazione dell’impianto sportivo acquatico “Palestra in acqua Cele Daccò” di Jerago con Orago (Varese) situato in via Onetto 4, vicino all’area Feste del Comune. La
  • Varese, Gianmarco Pozzecco cittadino onorario

    L’iniziativa è stata ideata da Marco Pinti che ha poi trovato l’appoggio della società varesina Pallacanestro Varese e successivamente della Delegazione Provinciale CONI. Gianmarco Pozzecco negli anni in cui ha giocato per la pallacanestro Varese ha sempre dimostrato, come sostiene Pinti