Giornata del sapere educativo: sperare, sapere, costruire

In programma martedì 21 maggio in collaborazione con l’Università dell’Insubria

21 Maggio 2019
Guarda anche: AperturaVarese Città

La Giornata del Sapere Educativo Sperare, sapere, costruire” si svolgerà martedì 21 maggio dalle ore 14.15 presso il Salone e i Giardini Estensi di Varese, in caso di mal tempo, al PalaInsubria in via Monte Generoso, 59 a Varese. Quest’anno, con ATS dell’Insubria e Università degli Studi dell’Insubria hanno collaborato all’organizzazione il Gruppo di Lavoro Provinciale per la salute mentale (GLP) e il Comune di Varese. L’evento alla sua settima edizione, ha l’obiettivo di stimolare una riflessione a più voci sulla Cura delle relazioni umane.

“Nel periodo del post-moderno – commenta Isidoro Cioffi, Coordinatore del GLP – la perdita di speranza nel futuro sembra prevalere su ogni cosa. Ridare speranza ai giovani, alle persone fragili e in difficoltà è un dovere per ogni società civile”. “Attraverso la presentazione delle attività universitarie e delle iniziative inclusive sul territorio – aggiunge Grazia Marchini, Coordinatrice della Laurea in Educazione Professionale – la giornata vuole testimoniare che si può ritrovare questa speranza ricercando la cura delle relazioni, mettendo al centro l’uomo e il suo esistere, al di là dello stigma, dell’età, del credo religioso e politico, della nazionalità”.

Sono preannunciati i saluti di Lucas Maria Gutierrez Direttore Generale di ATS Insubria, Giulio Carcano Presidente della Scuola di Medicina dell’Università degli Studi dell’Insubria, Davide Galimberti Sindaco di Varese e Emanuele Monti Presidente della III Commissione “Sanità e Politiche sociali” di Regione Lombardia.

Il programma dell’evento

La giornata prevede diversi appuntamenti a partire dall’esibizione del Coro “Le Voci Libere” della Comunità Riabilitativa e del Centro Diurno di Somma Lombardo, costituito da persone con disagio mentale e volontari. A seguire, è prevista l’esibizione di Tai-Chi, a cura del Centro Diurno di Bisuschio: attraverso la regolazione e l’armonizzazione di corpo/respiro e mente/cuore, la sua pratica costante consente un miglioramento delle funzioni fisiologiche, espressive, emotive e mentali.

Gli studenti dell’Istituto Statale Istruzione Superiore “E. Stein” di Gavirate presentano un Flash mob contro il gioco d’azzardo patologico, lavoro curato dal laboratorio teatrale dell’istituto Playlab, in collaborazione con “Intrecci Teatrali”.

La manifestazione continua, a cura della Comunità Riabilitativa di Varese e del Centro di Formazione Musicale di Barasso, con un progetto di sensibilizzazione alla musica per favorire l’ascolto di sé e dell’altro.

Dalle ore 15.30 sono attivi i laboratori del Corso di Laurea in Educazione Professionale afferente alla Scuola di Medicina dell’Università degli Studi dell’Insubria: Autobiografia, Ausili informatici, Musicoterapia, Psicomotricità, Tango-terapia, Teatro e Teatro di figura, costruiscono canali espressivi facilitatori delle relazioni umane.

All’interno di questo spazio il Ser.D – Servizio Dipendenze – dell’ASST Sette Laghi propone il “Laboratorio sulle Sostanze“, con l’obiettivo di fornire informazioni su effetti e rischi del consumo di sostanze attraverso strumenti utilizzabili in una relazione educativa.

La giornata si conclude con la band “La nuova risonanza” della Psichiatria di Saronno.

Durante la giornata saranno esposte le opere dell’Atelier d’Artiterapie del Centro Diurno Luvino e del Laboratorio di Pittura “Materi’Angelica” della Comunità Protetta di Luino. Grazie alla collaborazione con alcuni maestri d’arte, queste esperienze si collocano tra le attività riabilitative offerte dalle strutture residenziali e semi-residenziali del Verbano, come interventi mirati al potenziamento delle competenze relazionali e di comunicazione.

Saranno esposti anche i lavori dell’Associazione di Promozione Sociale SOMSART che opera nell’ambito del disagio psichico.

Presenti anche:

  • SPES, associazione di familiari che opera attraverso l’assistenza socio sanitaria per la cura di persone in difficoltà, colpite da disagio psichico e sofferenti al seguito di malattie o traumi.
  • Scuola di formazione in psicomotricità relazionale della durate triennale, con i suoi corsi a Varese.
  • Uisp, Unione Italiana Sport per tutti che allestirà un gazebo con la distribuzione di materiali relativi all’inclusione nello sport.
  • Cooperativa “Lotta contro l’emarginazione”.
  • Consorzio “Unison” di Gallarate, proponendo uno stand dedicato all’educazione e alla pedagogia digitale e all’approccio pedagogico comico umoristico.
  • Atelier Capricorno per il Comune di Cocquio T.
Tag:

Leggi anche:

  • All’Insubria torna B-Life: lo stage sulle biotecnologie

    Due settimane intense per vivere da vicino le biotecnologie e la biologia: dal 17 al 28 giugno l’Università dell’Insubria apre le porte del Campus di Bizzozero per la quinta edizione del progetto B-Life, uno stage dedicato a studenti che frequentano il terzo e il quarto anno delle
  • Bimbi in ufficio con mamma e papà

    L’Università dell’Insubria apre le porte ai figli dei dipendenti per una giornata speciale da trascorrere insieme a mamma e papà. Succede venerdì 14 giugno sia a Varese che a Como, grazie alla collaborazione dell’ateneo con Arcadia, l’associazione dopolavoro
  • L’Insubria “laurea” 92 nuovi social media manager

    Sono 92 i nuovi social media manager che hanno concluso con successo la seconda edizione del corso di alta formazione proposto dall’Università dell’Insubria con il Patrocinio della Consigliera di Parità di Varese e della Fondazione Comunitaria del Varesotto. Hanno partecipato giornalisti,
  • Quali Scuole Hanno Il Green Factor In Provincia Di Varese? La Premiazione All’insubria

    All’Università dell’Insubria arrivano le scuole della provincia di Varese con il Green Factor, per raccontare le loro eco-azioni su rifiuti, mobilità, energia e acqua. Le migliori saranno premiate dal Comitato Tecnico guidato dalla Provincia di Varese e supportato dall’ateneo,