Giallo in Vaticano: morta collaboratrice del Papa. Era incinta

La morte sarebbe dovuta a cause naturali. Tuttavia, il magistrato ha disposto l'esame autoptico

24 febbraio 2016
Guarda anche: Italia
macchina carabinieri

Le cause della morte sarebbero naturali. La donna, una 34enne di origine eritrea, Miriam Woldu, è stata trovata morta all’interno della propria abitazione, nella Pisana, senza nessun segno di violenza sul corpo. Era incita di sette mesi.

Il magistrato ha tuttavia disposto l’esame autoptico sul corpo della donna e sul feto del bambino, una richiesta presentata anche dal Vaticano.

 

La donna era una collaboratrice della Casa di Santa Marta, la residenza di Papa Francesco nella Città del Vaticano.

Il cadavere della donna è stato trovato il 19 febbraio all’interno dell’abitazione, che era chiusa dall’interno. Il decesso tuttavia risalirebbe a due giorni prima. A dare l’allarme è stato il fratello della donna, preoccupato perché non riusciva a mettersi in contatto con lei. La collaboratrice era conosciuta personalmente dal Pontefice.

Tag:

Leggi anche: