Giacomo Poretti arriva a Varese, ospite dell’ultima puntata di Tra Sacro e Sacro Monte

Il comico del trio Aldo, Giovanni e Giacomo torna a confrontarsi sui grandi temi: fede e nascita dell'anima

24 luglio 2017
Guarda anche: AperturaCultura Musica SpettacoloVarese Città

Giacomo Poretti sarà l’ultimo attesissimo ospite in arrivo nella bellissima cornice offerta dal Sacro Monte di Varese per una puntata speciale della rassegna teatrale Tra Sacro e Sacro Monte. Ospite di Varese, Giacomino sarà il protagonista della serata del 27 luglio (serata di chiusura dell’edizione 2017), dalle ore 21:00 presso la terrazza Mosè con il suo Come nasce un’anima. Questo è un progetto importante per lui, un sogno che nasconde da quasi 11 anni e che finalmente vedrà la luce.

Mi interessa porre le grandi domande dell’uomo con un sorriso. Come nasce un’anima è un progetto che mi frulla in testa da quando è nato mio figlio Emanuele, che oggi ha quasi undici anni. Venne a trovarci in ospedale un anziano sacerdote, padre Bruno, molto vicino a me e mia moglie, si complimentò con noi e, guardandoci, disse: “Bene, avete fatto un corpo ora dovete fare l’anima”. Questa frase mi è rimasta dentro per molto tempo, si è sedimentata, riaffiorando di tanto in tanto. Fino a che non mi sono deciso ad affrontare la questione”.

La presentazione di questo monologo sarà per Poretti il modo in cui torna a confrontarsi con la gente sui temi improtanti, che da sempre gli stanno molto a cuore, come era già successo in Piazza Duomo a Milano con La Madonnina e il Figlio in croce.

È una riflessione comica e seria sulla parola anima. È un termine impegnativo, che sembrerebbe in via di estinzione, ma ha un suo motivo d’essere. Racconto alcuni avvenimenti accaduti nella mia vita personale, ovviamente esagerandoli, che mi hanno portato a soffermarmi a lungo su questo concetto”.

Tag:

Leggi anche:

  • Eremo di Santa Caterina, il tar rigetta la richiesta degli oblati

    “Il Tar della Lombardia ha rigettato la richiesta degli Oblati e confermato i provvedimenti adottati dalla Provincia di Varese che prevedono di lasciar libero l’Eremo di Santa Caterina così da permettere l’ingresso alla nuova comunità religiosa individuata di comune accordo con la
  • Varese, Tre Valli “Perchè non sfruttare la città a pieno?”

    “Non si contano sui social gli interventi di politici e cittadini, organi di informazione su carta ed online, che non abbiano celebrato la bellezza di Varese vista dall’alto durante le riprese Rai in occasione della recente Tre Valli Varesine. Avviene tutti gli anni.  Frasi che purtroppo
  • Prosegue l’intervento di riqualificazione della Scuola Pellico, uno dei quattro grandi cantieri aperti in città

    Riqualificazione della Scuola Pellico, realizzazione del parcheggio di via Sempione, l’intervento sull’impianto sportivo della pista di atletica di Calcinate e i lavori alla stazione Fs di piazzale Trieste: sono i quattro cantieri più grandi che si stanno svolgendo in città per un
  • Personale di Matteo Chiarelli al Sacro Monte

    Chiarelli, 71 anni, bergamasco trapiantato a Induno e poi a Cuasso al Monte, si è dato tardi all’arte, già abbondantemente adulto. Da bambino amava disegnare e dipingere con gli acquarelli ma la necessità di dare una mano in famiglia lo portò a lavorare in un’officina. Ma finalmente nel