Gazzada, Giovani Democratici “No alla sala comunale ai neonazisti”

La replica dei Giovani Democratici in seguito alla decisione della sindaca di Gazzada di prestare la sala comunale

06 giugno 2018
Guarda anche: Varese provincia

“Troviamo sia assurdo che la Sindaca Bertuletti, dopo il grave episodio che l’ha vista protagonista nei mesi scorsi, conceda una sala comunale ad un gruppo Neonazista per lo svolgimento di una vergognosa conferenza revisionista.

I sindaci, come rappresentanti della Repubblica, dovrebbero avere il compito di difendere le istituzioni da componenti eversive; invece assistiamo all’ennesimo episodio di connivenza con gli estremisti.

Pensiamo che Gazzada-Schianno e i suoi abitanti non meritino di essere sempre affiancati ad episodi vergognosi come questi.

La conferenza in questione ha come oggetto il revisionismo storico: il tentativo, del tutto infondato, di mettere sullo stesso piano i partigiani che combattevano per la libertà e la democrazia e i militanti della Rsi che spalleggiavano gli orrori della Germania Nazista, eseguendo rastrellamenti, esecuzioni sommarie, deportazioni di persone verso i campi di sterminio ed eccidi contro lo stesso popolo italiano.

Eventi di questo tipo sono un oltraggio nei confronti dei caduti nelle Fosse Ardeatine, a Sant’Anna, a Marzabotto, a Monte Sant’Angelo. Morti innocenti uccisi barbaramente che non vogliamo dimenticare.

Il revisionismo è allora un modo utilizzato dai fascisti per lavarsi la coscienza, irrimediabilmente deturpata dagli orrori commessi, cercando un appiglio nel tentativo di equipararsi a chi combatteva per fini e con metodi totalmente opposti.

Modificare la Storia per legittimare delle ideologie criminali è un’azione pericolosa che non permetteremo, la Storia deve servire da monito per le generazioni future, affinché non si degeneri più nella follia nazifascista.

Agiremo allora per ricordare a tutti quali sono i nostri valori, che sono poi i valori di tutti i cittadini Italiani che si rispecchiano nella Costituzione.”

Giovani Democratici Varese Città

Tag:

Leggi anche:

  • Gazzada, Manifestazione antifascista contro la sindaca Bertuletti

    La prima cittadina, già in passato al centro di polemiche simili, ha infatti permesso alla suddetta associazione, coinvolta in diversi procedimenti giudiziari, di tenere nella sala consiliare una conferenza revisionista e anti partigiana. Partiti, sindacati, associazioni e movimenti
  • Liberi E Uguali “Rigurgiti fascisti in provincia di Varese”

    “Il Coordinamento di LEU della Provincia di Varese invita il prefetto a richiamare la sindaca di Gazzada Bertuletti al rispetto della Costituzione e delle leggi della Repubblica italiana che vietano la ricostituzione del Pnf e l’apologia del fascismo affinché intervenga nei confronti del
  • Giustizia per Pamela, striscioni di CasaPound in tutta la provincia

     “Giustizia per Pamela”: questo lo striscione affisso nella notte in più di cento città italiane (tra cui Gazzada, Busto Arsizio e Laveno) dai militanti di CasaPound Italia, che hanno voluto lanciare un chiaro messaggio di solidarietà alla famiglia di Pamela Mastropietro, dopo le
  • Bertuletti concede la sala consiliare di Gazzada Schianno a D.O.R.A.

    “Il Sindaco di Gazzada Bertuletti, già nota alle cronache per le sue esternazioni su Facebook in occasione della giornata della memoria, presta nuovamente il fianco ad operazioni di tipo revisionista – lo afferma il segretario provinciale del Partito Democratico e consigliere regionale