Fabrizio Mirabelli: “Ecco perché sostengo Marantelli”

Il capogruppo del Partito democratico, secondo assoluto per preferenze nel 2011, spiega la sua scelta

02 novembre 2015
Guarda anche: PoliticaVarese
Mirabellifoto
Egregio direttore,
sono capogruppo del PD nel Comune di Varese.
Sono stato il più votato del PD sia alle Comunali del 2006 – arrivando terzo in assoluto per preferenze – sia a quelle del 2011, quando mi sono piazzato al secondo posto nella classifica di tutti gli schieramenti.
Avrei potuto, tranquillamente, aspirare a candidarmi alle primarie.

Eppure, credo che questo non sia il tempo dell’egoismo ma quello della generosità.
Sono convinto, infatti, che, dopo 25 anni di governi cittadini di centrodestra, Varese e i varesini desiderino, finalmente, cambiare.
Compito del PD, pertanto, dando seguito a quanto di positivo ha fatto, in questi anni, in Consiglio comunale, deve essere quello di rimanere compatto, unire tutte le forze politiche e i movimenti che vogliono il cambiamento e di aprirsi alla società civile.
Quella che si presenta davanti a noi è, per tante ragioni, un’occasione storica difficilmente ripetibile.
Per questo, credo che la nostra città abbia bisogno di un candidato sindaco profondamente umano, popolare e solido come Daniele Marantelli.
La settimana scorsa, quando Daniele si è presentato ufficialmente alle primarie, c’era anche Luisa Oprandi, la nostra candidata a sindaco del 2011 che, volentieri, gli ha passato il testimone. C’erano Antonio Conte e Alessandro Alfieri, nostri candidati a sindaco rispettivamente nel 2006 e nel 2002. C’erano anche tanti sindaci dei Comuni limitrofi. E c’era soprattutto tanta gente entusiasta – studenti, operai, impiegati, artigiani, commercianti e imprenditori – che hanno fiducia nel progetto di Daniele per Varese.
Personalmente, penso che Daniele sia il candidato giusto perché è unico.
Nel senso che accorpa in sé tre caratteristiche fondamentali.
Innanzitutto è varesino ed è molto amato dalla nostra comunità.
Poi, è consapevole che Varese non va considerata solo all’interno dei propri confini ma che esiste una città più grande che comprende i paesi vicini e raduna oltre 140 mila abitanti e che solo se il capoluogo saprà interpretare questo ruolo i cittadini potranno trarne risparmi e benefici.
Infine, la sua terza carta vincente sta non solo nella conoscenza approfondita dei problemi dei varesini, del centro storico e di tutti i rioni e le castellanze, per cui saprà impegnarsi sotto ogni aspetto (dall’urbanistica ai lavori pubblici, dai servizi sociali allo sport, senza dimenticare tutti gli altri ambiti) ma anche nella volontà, di spendere la sua preziosa esperienza prima di consigliere regionale e poi di parlamentare, per trovare le risorse necessarie a rilanciare la nostra città, che è ferma da troppo tempo.
Chiedo, quindi, a tutte le donne e tutti gli uomini che, in questi anni, hanno seguito e condiviso la concretezza del mio impegno in Consiglio comunale di firmare per la candidatura di Daniele (sarà possibile fino al 13 novembre) e di sostenerlo, con la propria partecipazione e il  proprio voto, alle primarie del 13 dicembre.
Cambiare è possibile.
Sosteniamo insieme il candidato alle primarie che, poi, ha più possibilità di ampliare la coalizione di centrosinistra per vincere le elezioni vere che si terranno nella prossima primavera.
Fabrizio Mirabelli

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il