Fabrizio Mirabelli: “Ecco perché sostengo Marantelli”

Il capogruppo del Partito democratico, secondo assoluto per preferenze nel 2011, spiega la sua scelta

02 novembre 2015
Guarda anche: PoliticaVarese
Mirabellifoto
Egregio direttore,
sono capogruppo del PD nel Comune di Varese.
Sono stato il più votato del PD sia alle Comunali del 2006 – arrivando terzo in assoluto per preferenze – sia a quelle del 2011, quando mi sono piazzato al secondo posto nella classifica di tutti gli schieramenti.
Avrei potuto, tranquillamente, aspirare a candidarmi alle primarie.

Eppure, credo che questo non sia il tempo dell’egoismo ma quello della generosità.
Sono convinto, infatti, che, dopo 25 anni di governi cittadini di centrodestra, Varese e i varesini desiderino, finalmente, cambiare.
Compito del PD, pertanto, dando seguito a quanto di positivo ha fatto, in questi anni, in Consiglio comunale, deve essere quello di rimanere compatto, unire tutte le forze politiche e i movimenti che vogliono il cambiamento e di aprirsi alla società civile.
Quella che si presenta davanti a noi è, per tante ragioni, un’occasione storica difficilmente ripetibile.
Per questo, credo che la nostra città abbia bisogno di un candidato sindaco profondamente umano, popolare e solido come Daniele Marantelli.
La settimana scorsa, quando Daniele si è presentato ufficialmente alle primarie, c’era anche Luisa Oprandi, la nostra candidata a sindaco del 2011 che, volentieri, gli ha passato il testimone. C’erano Antonio Conte e Alessandro Alfieri, nostri candidati a sindaco rispettivamente nel 2006 e nel 2002. C’erano anche tanti sindaci dei Comuni limitrofi. E c’era soprattutto tanta gente entusiasta – studenti, operai, impiegati, artigiani, commercianti e imprenditori – che hanno fiducia nel progetto di Daniele per Varese.
Personalmente, penso che Daniele sia il candidato giusto perché è unico.
Nel senso che accorpa in sé tre caratteristiche fondamentali.
Innanzitutto è varesino ed è molto amato dalla nostra comunità.
Poi, è consapevole che Varese non va considerata solo all’interno dei propri confini ma che esiste una città più grande che comprende i paesi vicini e raduna oltre 140 mila abitanti e che solo se il capoluogo saprà interpretare questo ruolo i cittadini potranno trarne risparmi e benefici.
Infine, la sua terza carta vincente sta non solo nella conoscenza approfondita dei problemi dei varesini, del centro storico e di tutti i rioni e le castellanze, per cui saprà impegnarsi sotto ogni aspetto (dall’urbanistica ai lavori pubblici, dai servizi sociali allo sport, senza dimenticare tutti gli altri ambiti) ma anche nella volontà, di spendere la sua preziosa esperienza prima di consigliere regionale e poi di parlamentare, per trovare le risorse necessarie a rilanciare la nostra città, che è ferma da troppo tempo.
Chiedo, quindi, a tutte le donne e tutti gli uomini che, in questi anni, hanno seguito e condiviso la concretezza del mio impegno in Consiglio comunale di firmare per la candidatura di Daniele (sarà possibile fino al 13 novembre) e di sostenerlo, con la propria partecipazione e il  proprio voto, alle primarie del 13 dicembre.
Cambiare è possibile.
Sosteniamo insieme il candidato alle primarie che, poi, ha più possibilità di ampliare la coalizione di centrosinistra per vincere le elezioni vere che si terranno nella prossima primavera.
Fabrizio Mirabelli

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim
  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.
  • Calcio – Il Varese si presenta ufficialmente e va in ritiro

    Oggi è il giorno del raduno, ieri sera si sono tenute le presentazioni ufficiali della nuova dirigenza biancorossa: è così che il Varese si appresta a vivere da protagonista la prossima stagione in serie D. Primo acquisto fra tutti mister Salvatore Iacolino, lo specialista di questa categoria:
  • Il Mastino della BPM Sport Management Valentino Gallo ha quasi sconfitto il Morbillo: a breve il ritorno a casa

    Negli scorsi giorni l’atleta della Pallanuoto BPM Sport Management Valentino Gallo, durante il ritiro con la Nazionale Italiana in preparazione ai Mondiali di pallanuoto in corso di svolgimento a Budapest in Ungheria, era stato colpito dal Morbillo una malattia infettiva che aveva messo k.o.