Estradato da Santo Domingo e arrestato il “pornomassaggiatore”

Roberto Benatti esercitava la professione di fisioterapista senza titoli. E abusava, dopo averlo sedati, dei suoi pazienti

25 ottobre 2015
Guarda anche: AperturaBusto ArsizioGallarate
Polizia frontiera

Era fuggito dall’Italia, andando in latitanza a Santo Domingo, dopo una condanna a 30 anni per abusi sessuali. Oggi, il “pornomassaggiatore” è stato estradato e arrestato.

L’uomo, Roberto Benatti, 62 anni, aveva uno studio da fisioterapista a Gallarate e un altro a Colle Santa Lucia, in provincia di Belluno, pur non avendo nessun titolo per esercitare. Adesso è stato preso in consegna dai Carabinieri e portato nel carcere di Busto Arsizio.

Benatti, abusando della fiducia dei pazienti, li sedava, addormentandoli, dopodiché abusava di loro, toccandoli in parti intime. Nella memoria del suo computer sono state trovate foto intime di oltre cento pazienti.

I fatti risalgono al 2007. Quando l’uomo era stato scoperto da un dei pazienti, all’epoca minorenne, che si era svegliato prima che Benatti facesse in tempo a rivestirsi. Il ragazzo aveva iniziato ad urlare, richiamando l’attenzione dei genitori che erano nella stanza accanto. Da qui era partita la denuncia e poi l’arresto per violenza sessuale, esercizio abusivo della professione medica (si scoprì che non aveva nessun titolo per esercitare la professione di fisioterapista) e detenzione di sostanze stupefacenti, per addormentare i pazienti di cui poi abusava.

Benatti era riuscito a fuggire a Santo Domingo approfittando della scadenza dei termini di custodia cautelare. Oggi è stato espulso per violazione della legge sull’immigrazione della Repubblica dominicana e preso in consegna a Malpensa dai Carabinieri, dall’Interpol e dalla Polizia di Frontiera. Dovrà scontare 24 anni di condanna in contumacia comminatagli dalla Corte di Appello di Milano.

Tag:

Leggi anche: