Ecco chi è il bambino delle barrette Kinder

Inglese, 21 anni, ha fatto da modello per la Ferrero dieci anni fa

08 gennaio 2016
Guarda anche: Mondo
bateson

Un’ardita ricerca sui social media ha permesso ad alcuni utenti di scovare l’identità del celeberrimo “bambino della Kinder”, il viso stampato su ogni confezione delle barrette prodotte dalle Ferrero e consumate da milioni di utenti in tutto il mondo.

Si tratta di Josh Bateson, 21 anni, da Londra dove studia Relazioni Internazionali, come riporta corriere.it: nel 2005, quando aveva 11 anni, sostituì il tedesco Günter Euringer che per oltre trent’anni aveva rappresentato il volto delle barrette Kinder.
Sopra vediamo Josh nella versione attuale: qui sotto, invece, la confezione che lo ha reso celebre al mondo.

barrettekinder1

Tag:

Leggi anche:

  • La Sport Management pronta a gestire direttamente la sezione nuoto

    È pronta a nuotare da sola la Sport Management che al termine dell’attuale stagione agonistica chiuderà il progetto comune con il Team Nuoto Lombardia, per intraprendere un nuovo capitolo dell’avventura aziendale che vedrà la società del presidente Sergio Tosi sempre più protagonista
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management si mette in mostra anche in nazionale

    Si toglie una bella soddisfazione il mastino della BPM Sport Management Stefano Luongo che vince la Coppa del Brasile. L’atleta, infatti, è in questi giorni in Sud America e recentemente ha issato al cielo, con il Botafogo, il trofeo più prestigioso della pallanuoto carioca, con Luongo che si
  • Presentazione della quinta edizione della gara podistica “Tra Ville e Giardini”

    Conferenza stampa Domani, mercoledì 14 giugno 2017, alle ore 12 in Sala Matrimoni del Comune di Varese Intervengono: Dino De Simone, assessore allo Sport del Comune di Varese Rinaldo Francesca, presidente Runner Varese Daniele Donati, presidente di Tincontro, associazione di volontariato ONLUS
  • Pokerissimo Italia al Liechtenstein, ma per la vetta non basta

    Tutto sommato è stato un bel 5 a 0 quello rifilato ieri sera dall’Italia del ct Ventura al Liechtenstein, ma a causa della differenza reti la nazionale azzurra continua a sostare in seconda posizione nella classifica del girone G. Davanti non può che esserci la Spagna, squadra che