Donna scomparsa a Caravate, ricerche sospese

Poco prima di mezzanotte lo stop alle ricerche. La donna, che risulta irreperibile dal 28 maggio, è una cittadina ucraina di 47 anni

03 giugno 2015
Guarda anche: AperturaVarese Città

È scomparsa dal 28 maggio. Nel tardo pomeriggio di ieri sono scattate le ricerche da parte dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri e della Protezione Civile. 

Si tratta di una donna ucraina di 47 anni, scomparsa a Caravate.
Le ricerche, poco prima della mezzanotte sono state sospese a seguito di ulteriori notizie, come hanno comunicato i Vigili del Fuoco.

La donna sarebbe stata infatti avvistata a Milano, secondo una segnalazione.

Leggi anche:

  • Saronno, il cadavere trovato nel bosco appartiene ad un egiziano

    Al cadavere trovato nella tarda serata di martedì 17 aprile nel Parco Lura a Saronno è stata data un’identità: la vittima è Magdy Atalla Beshay, un 47enne di origini egiziane, residente in Italia con regolare permesso di soggiorno rilasciato nel mese di settembre 2017. Secondo le prime
  • Allarme autovelox, il ministero delle Infrastrutture “Non sono omologati”

    Il dipartimento Trasporti del Ministero delle Infrastrutture ha sollevato negli ultimi giorni un argomento abbastanza delicato, legato alle colonnine arancio degli autovelox. Alla domanda che tutti gli automobilisti si fanno, sulla possibilità del loro funzionamento o meno, arriva oggi una
  • Le scuole De Amicis e Bossi riapriranno il 2 maggio

      Per consentire le operazioni di verifica e messa in sicurezza della sede di Via Dante, le scuole primarie De Amicis e le secondarie Bossi saranno chiuse fino a tutto il giorno 1 maggio, come comunicato dalla direzione scolastica. La chiusura riguarda tutto l’edificio, comprese le
  • Varese, torna la polemica per il passeggio Dandolo dedicato al fondatore del LCI

    Lo storico passeggio Dandolo, più noto oggi come il viale alberato del centro cittadino, è stato il primo passeggio pubblico della città. Dopo oltre due secoli, la nuova amministrazione comunale con a capo Davide Galimberti ha deciso di modificare l’intestazione, dedicando questo passeggio ad