Domenica le carte della Grande Guerra a Varese

All'Archivio di Stato una conferenza sui documenti del primo conflitto mondiale

08 ottobre 2015
Guarda anche: Varese
guerra

Nell’ambito della mostra “ La Grande Guerra delle donne: lavoro, cultura e assistenza” inaugurata il 26 maggio 2015, la cui chiusura è prevista per il mese di novembre c.a., l’Archivio di Stato di Varese, domenica 11 ottobre p.v., in occasione dell’apertura straordinaria di archivi e biblioteche intitolata “Domenica di carta”, seguendo un filo conduttore di approfondimenti tematici all’ interno dell’evento bellico, ha organizzato la conferenza “1915 -1918 Le carte della Guerra”.
In questa giornata si valorizzerà quel patrimonio di carte, di documenti che testimoniano le dinamiche sociali che coinvolsero il territorio di Varese in questo periodo eccezionale.
Dall’ esaltazione dell’ entrata in guerra dell’ Italia alle manifestazioni di dissenso contro la dichiarazione di belligeranza da parte di uomini già vittime delle miserie quotidiane fino al ripiegamento doloroso di una umanità di fronte ai disastri della guerra ed ai lutti patri che tanta retorica ha tentato di sublimare con l’eroismo e con una nuova liturgia epica.
Un percorso memorialistico tra i fondi conservati in Archivio si parla di documentazione che appartiene direttamente alla compagine militare, i ruoli matricolari, i fascicoli personali di soldati che caddero combattendo e di molti altri che riuscirono a salvarsi e tornare ad abbracciare i loro cari e di altrettanta mole documentale prodotta da altri Istituti che per competenza erano estranei agli avvenimenti bellici.

La narrazione storica di:

Dott. Claudio Critelli – Direttore Archivio di Stato di Varese
Introduzione

Prof. Robertino Ghiringhelli – Direttore del Dipartimento di Storia moderna e contemporanea
Ordinario di Storia delle Dottrine Politiche nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
Fonti ufficiali e non per una storia-cronaca della Grande Guerra

Prof. Diego Dalla Gasperina
I processi per disfattismo a Varese 1915-1918

Ass. di volontariato culturale “La Casa di Nando”
Dott. Fabio Giudice – Funzionario amministrativo c/o Ufficio Territoriale del Governo di Varese
Il progetto e le prospettive della mostra “Cent’anni dopo …in trincea per la pace”

Carlo Beati – Curatore della mostra presso Circolo del Risorgimento di Gazzada
Il riconoscimento individuale nella Grande Guerra

Testimonierà della ricchezza documentale negli archivi.
Domenica 11 ottobre 2015 alle ore 10.00, presso la sala convegni dell’Archivio di Stato di Varese in Via Col di Lana, 5.

L’associazione di volontariato culturale “La casa di Nando” di Gazzada (Va), inaugura in questa occasione la collaborazione culturale con l’Archivio di Stato di Varese.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti