Disturbi specifici dell’apprendimento analizzati in Sala Montanari

Domani mattina si discute di tutele e diritti con medici e professori universitari

26 ottobre 2015
Guarda anche: SaluteVarese
Studenti

Martedì 27 ottobre nella Sala Montanari di via dei Bersaglieri 1 a Varese, è in programma il seminario: “DSA: quali diritti e tutele oltre la legge 170? Invalidità civile, indennità di frequenza e legge 104”, organizzato dai professori Cristiano Termine, docente di Neuropsichiatria Infantile e Mario Tavani docente di Medicina Legale dell’Università degli Studi dell’Insubria.

La legge 170 del 2010 costituisce una svolta significativa per gli alunni e gli studenti con DSA e per le loro famiglie, in quanto garantisce pari opportunità nel contesto scolastico e universitario. La stesura di un Piano Didattico Personalizzato è lo strumento operativo che gli insegnanti devono predisporre per consentire il raggiungimento degli obiettivi ministeriali ed è anche un patto formativo con la famiglia. Tuttavia, la gestione quotidiana delle richieste scolastiche (studio e compiti) è spesso difficoltosa per uno studente con DSA, almeno fino a quando non avrà acquisito gli strumenti e le strategie utili a far fronte alle proprie difficoltà. I genitori devono spesso spendere molto tempo nel supportare i figli nello studio e far fronte a spese aggiuntive, ad esempio per l’acquisto degli strumenti compensativi informatici, ma anche per la necessità di ricorrere a specialisti, insegnanti e tutor specializzati quando si accorgono che il loro supporto non risulta sufficiente. Purtroppo non tutte le famiglie possono sostenere queste spese e/o dedicare il tempo necessario, motivo per cui sempre più spesso i genitori richiedono di poter usufruire di idonei strumenti di tutela sociale. Da queste considerazioni è nata l’idea di un convegno che affronti il tema relativo all’odierna tutela sociale delle persone con dislessia e altri DSA in Italia: invalidità civile, indennità di frequenza e legge 104, oltre la legge 170.

Il tema è di grande attualità e merita una discussione allargata a tutti i protagonisti implicati, in quanto delicato e controverso, considerate le implicazioni medico-legali ed economiche. La partecipazione è aperta a tutti gli interessati al tema e in particolare a Genitori, Medici, Psicologi, Educatori professionali, Psicomotricisti dell’età evolutiva, Logopedisti, Infermieri, Assistenti Sociali, Specializzandi, Insegnanti.

L’iscrizione on-line è obbligatoria e gratuita e si effettua sul sito:

WWW.OSPEDALIVARESE.NET – corsi di formazione

– PORTALE DELLA FORMAZIONE.

Il convegno è accreditato ecm/cpd Regione Lombardia.

Tag:

Leggi anche:

  • Giro d’Italia numero 100: vince l’olandese Dumoulin

    Con la cronometro Monza-Milano (29.3 km) si è chiuso il Giro d’Italia numero 100. A vincere la celeberrima corsa in rosa targata 2017 è stato Tom Dumoulin, l’olandese della Sunweb che ha stupito un po’ tutti e che si è laureato il nuovo re in rosa. Quintana, Nibali e Pinot si classificano
  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad