Disoccupato ruba l’energia elettrica perché padre di quattro figli

L'uomo è stato individuato dopo un controllo dell'Enel. Davanti agli agenti ha ammesso quello che aveva fatto, giustificandosi con la sua situazione economica

17 maggio 2016
Guarda anche: Varese Città
Poliziafoto

Nella giornata di ieri, 16 aprile, in base ad una segnalazione di manomissione di un contatore elettrico giunta da personale dell’Enel alla Sala Operativa, gli uomini della Squadra Volante sono intervenuti presso un’abitazione dagli stessi indicata.
Giunti sul posto, il rappresentante dell’Enel ha riferito agli agenti che, durante un normale controllo dei contattori, aveva notato che quello sito al primo piano dello stabile era stato manomesso: in particolare era stato divelto dal muro ed i fili elettrici della rete di distribuzione erano stati collegati direttamente all’impianto elettrico dell’abitazione, bypassando il contattore. 

Dopo aver accertato quanto riferito dal tecnico, gli operatori si sono recati alla porta dell’abitazione interessata dove il proprietario spontaneamente ammetteva la manomissione del contatore, giustificandola con il fatto di essere disoccupato, padre di quattro bambini e di non avere l’elettricità in casa, poiché moroso.

Il contattore elettrico è stato smontato e posto sotto sequestro presso l’ufficio reperti della Questura, mentre i tecnici, per motivi di sicurezza, nella sede del contatore hanno installato una placca in plexiglass.
In attesa che la Società valuti se presentare formale atto di denuncia per danneggiamento e sottrazione di energia elettrica, gli agenti hanno proceduto alle formalità di rito.

Tag:

Leggi anche: