Denunciato pakistano: faceva il parcheggiatore abusivo a Varese

La Polizia Locale ha fermato un richiedente asilo, che si faceva consegnare i ticket dei parcheggi non scaduti e li rivendeva ad altri automobilisti

17 dicembre 2015
Guarda anche: Varese Città
polizia locale

Ormai non basta più controllare che chi parcheggia negli spazi a pagamento abbia regolarmente pagato al parcometro, esponendo poi il bigliettino in modo visibile sul cruscotto. Ovviamente, occorre anche controllare che il biglietto esposto sia relativo al giorno in cui l’auto è parcheggiata e il tempo autorizzato non sia scaduto.

Sì, perché c’è sempre chi confida nella assenza o nella superficialità dei controlli, pensando di farla franca, magari esponendo il bigliettino di un parcometro staccato qualche giorno prima e già utilizzato. E’ lo stesso fenomeno – incredibile a dirsi ma verificato più volte – di chi si appropria della multa lasciata sotto il parabrezza di un auto in divieto di sosta, per parcheggiare a sua volta in divieto, infilando la stessa multa sotto la propria auto, pensando di poterla fare franca.
Da qualche tempo, in alcune città, si è verificata la presenza di persone che, approfittando della buona fede degli automobilisti che stanno lasciando il parcheggio, si fanno lasciare il tagliando del parcometro e, se questo non è ancora scaduto, lo rivendono a nuovi arrivati, ovviamente a prezzo inferiore. In questo modo, con lo stesso biglietto, più persone e più veicoli possono parcheggiare, sfruttando i minuti rimasti inutilizzati dal primo acquirente, che è anche l’unico che ha regolarmente pagato la sosta al parcometro.

“Se si trattasse di un atto di gentilezza di chi, prevedendo di sostare a lungo, si ritrova a dover lasciare anzitempo il parcheggio già pagato, decidendo di lasciare il proprio ticket ad un nuovo arrivato, non saremmo nel pieno della liceità ma si potrebbe anche tollerare” spiegano dal Comando di Polizia Locale.

“Ciò che è intollerabile – spiega l’assessore alla Polizia Locale, Carlo Piatti – è che ci sia chi voglia lucrare su questo, magari estorcendo in modo non sempre ortodossi il ticket a chi sta lasciando il parcheggio. Questo non è tollerabile ed è per questo che la Polizia Locale di Varese è intervenuto prontamente per stroncare il tutto sul nascere.
L’assessore spiega che la Polizia Locale del capoluogo è subito intervenuta su segnalazione del direttore generale di AVT, fermando un cittadino pakistano di anni 28, che assieme ad altro soggetto, per ora sfuggito alla Polizia Locale, tentava di rivendere i tagliandi già utilizzati nell’area a pagamento di Piazzale Kennedy.
Il cittadino Pakistano, in Italia in qualità di richiedente asilo, è stato fermato attorno alle 14,30 di mercoledì pomeriggio e gli è stata contestata violazione al codice della strada per esercizio abusivo dell’attività di parcheggiatore, con sanzione di € 771; lo stesso soggetto sarà indagato per tentata truffa ai danni della società pubblica di gestione dei parcheggi.

Tag:

Leggi anche:

  • Lunedì 28 agosto il raduno della Pallanuoto BPM Sport Management

    È in programma per lunedì 28 agosto il raduno ufficiale della Pallanuoto BPM Sport Management che, alle ore 10.30, si ritroverà alle Piscine Manara di Busto Arsizio per il primo allenamento stagionale (aperto ai media e al pubblico) agli ordini di mister Marco Baldineti. In questa prima fase di
  • Pallanuoto BPM Sport Management padrona di casa nel gruppo B

    Sono stati sorteggiati oggi a Novi Sad, in Serbia, i due gironi che andranno a comporre il primo turno dell’Euro Cup 2017/2018, manifestazione che vedrà impegnata anche la BPM Sport Management. Sarà proprio la formazione bustocca a ospitare dal 29 settembre all’1 ottobre, alle Piscine
  • La nazionale italiana di deltaplano vince il suo nono titolo mondiale e quinto consecutivo

    Il nuovo campione del mondo è Petr Benes, pilota della Repubblica Ceca che raccoglie il testimone dal nostro Alessandro Ploner e solo nel corso dell’ultima giornata. Infatti, Ploner ha quasi ininterrottamente tenuto la testa della graduatoria nei nove giorni di gara e il divario tra i due
  • Torna la Coppa del Mondo di Sci d’erba a Santa Caterina Valfurva

    L’adrenalina torna a salire a Santa Caterina Valfurva che, dopo le vincenti competizioni internazionali di sci alpino e sci nordico, si dimostra, ancora una volta, unica nello scenario sciistico mondiale, in estate e non solo in inverno. Infatti, dopo il grande successo della scorsa estate,