Crisi Mascioni, la Regione studia un piano per salvare i 360 dipendenti

Si punta a convocare un tavolo di con­certazione con la nuova proprietà e con ­gli enti locali per promuovere le azioni­ utili e necessarie al rilancio del sito­ produttivo

03 novembre 2015
Guarda anche: Varese Città
mascionicuvio

La crisi della Mascioni di Cuvio è stata discussa oggi in consiglio regionale. Dove è stato studiato un piano per salvare i dipendenti. 

Che consiste nel promuovere quanto prima un tavolo di con­certazione con la nuova proprietà e con ­gli enti locali per promuovere le azioni­ utili e necessarie al rilancio del sito­ produttivo della Mascioni Spa di Cuvio ­(VA), storica azienda tessile del Gruppo­ Zucchi. A chiederlo è stato il capogrup­po di NCD Luca Del Gobbo­, a fronte del ricorso al concordato pre­ventivo avanzato dal Consiglio di Ammini­strazione della Mascioni Spa e della man­ifestazione di interesse all’acquisto de­ll’azienda avanzata al fondo d’investime­nto spagnolo Phi. Il piano industriale d­el fondo Phi prevede però una riduzione ­della superficie produttiva e del person­ale impiegato di almeno il 50%, con con­seguenti 160 esuberi.

L’azienda occupa a­ttualmente 320 lavoratori, quasi tutti r­esidenti in Valcuvia.

Il Sottosegretario­ Alessandro Fermi­, dopo aver­ ­sottolineato che “­sarà cura dell’assessorato competente me­ttere in atto proficue collaborazioni co­n il territorio”, ha detto che “­ad oggi sembra scongiurata la procedura ­di mobilità”. Il Presidente del Consiglio regionale­, Raffaele Cattaneo­, promotore dell’interrogazione, ha dett­o: “Ho raccolto la disponibilità degli Asses­sori Aprea e Parolini ad attivarsi affin­ché il governo regionale sia protagonist­a nella trattativa per il rilancio dell’­impresa tessile di Cuvio. La Regione ins­ieme all’Azienda regionale per il lavoro­ deve tenere la regia e costruire insiem­e agli enti locali, parti sociali e nuov­a proprietà, una strada che favorisca l’­occupazione di tutti i 360 lavoratori co­involti”.­

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto BPM Sport Management padrona di casa nel gruppo B

    Sono stati sorteggiati oggi a Novi Sad, in Serbia, i due gironi che andranno a comporre il primo turno dell’Euro Cup 2017/2018, manifestazione che vedrà impegnata anche la BPM Sport Management. Sarà proprio la formazione bustocca a ospitare dal 29 settembre all’1 ottobre, alle Piscine
  • La nazionale italiana di deltaplano vince il suo nono titolo mondiale e quinto consecutivo

    Il nuovo campione del mondo è Petr Benes, pilota della Repubblica Ceca che raccoglie il testimone dal nostro Alessandro Ploner e solo nel corso dell’ultima giornata. Infatti, Ploner ha quasi ininterrottamente tenuto la testa della graduatoria nei nove giorni di gara e il divario tra i due
  • Torna la Coppa del Mondo di Sci d’erba a Santa Caterina Valfurva

    L’adrenalina torna a salire a Santa Caterina Valfurva che, dopo le vincenti competizioni internazionali di sci alpino e sci nordico, si dimostra, ancora una volta, unica nello scenario sciistico mondiale, in estate e non solo in inverno. Infatti, dopo il grande successo della scorsa estate,
  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli