Cosentino e Fedi: “Centrosinistra senza progetti. Paris guardi in casa propria”

Intervento dei coordinatori di Fratelli d'Italia-Varese Cresce

23 febbraio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese Città
FB_IMG_1455907148781

“Consigliamo con serenità al segretario cittadino del Pd, Luca Paris, prima di lanciare accuse stile “Cetto la Qualunque” e imputare al centrodestra di non avere programmi un sereno quanto obbiettivo guardarsi allo specchio facendo un esame di coscienza avuto riguardo a quanto è avvenuto e avviene all’interno del PD.

Per mesi ci hanno infatti raccontato la favola delle primarie e dell’aver coinvolto i cittadini nella scrittura del programma elettorale.
Peccato che in concreto nessuno abbia ancora capito quale sia la loro visione della Città e come pensano di dare corpo alle “buone” intenzioni che ogni tanto dichiarano di avere. Abbassare le tasse? Benissimo, ma come? Qual’è la vostra proposta sostenibile anche dal punto di vista tecnico? E lo spot elettorale finisce qui, il bluff è servito.
Noi non lanciamo slogan elettorali ma stiamo finendo di scrivere progetti seri e fattibili che possano dare nuove opportunità ai varesini ed alzare la qualità della loro vita. C’è molto entusiasmo intorno ad Orrigoni per il semplice motivo che è un uomo del fare e una persona molto concreta, oltre ad essere umile: è la persona giusta per dare un ulteriore slancio a Varese.

La coalizione di centrodestra è unita più che mai: tutti i partiti e le liste civiche più rappresentative infatti sono uniti a sostegno di Orrigoni: è Lui e solo Lui il candidato che rappresenta il centrodestra varesino.
Affermare che una persona del calibro e della personalità di Paolo Orrigoni sia poi un candidato di facciata tradisce una caduta di stile che non merita commenti oltre a confermare la natura trinariciuta e incline alla macchina del fango di certe sacche della sinistra italiana.
Ogni altra congettura è, per parafrasare una battuta di un famoso film, “chiacchiere e distintivo”
Anche qui suggeriamo a Paris, prima di parlare, di considerare la situazione che ha in casa propria. L’area del centrosinistra è davvero frantumata: Sel non sarà in coalizione con Galimberti e addirittura il Pd si è caricato una lista civica guidata da persone provenienti da ambienti di destra.

Infine, tra le molte scivolate fatte in questi giorni dal Pd, vi sono alcuni sondaggi prodotti in casa in cui emergerebbe che l’operato della Giunta Fontana non sarebbe poi così gradito ai varesini. Premesso che i sondaggi lasciano il tempo che trovano – soprattutto quelli commissionati in casa – rileviamo che “il Sole 24 ore” poco più di un mese fa registrava un aumento del gradimento dell’operato del Sindaco Fontana, ritenuto tra i Sindaci più apprezzati d’Italia.”

I coordinatori di Frateli d’Italia – Varese Cresce
Fabio Fedi
Giacomo Cosentino

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio