Container Lab Expo 2015 Chiuse Leonardesche

Il progetto ha l'obiettivo di promuovere l’arte e gli artisti contemporanei italiani per tutta la durata di Expo Milano 2015

13 marzo 2015
Guarda anche: Cultura Musica SpettacoloMilano
leonardo chiuse

L’iniziativa è organizzata da Container Lab Association  in collaborazione con l’associazione le Mappe dei Tesori d’Italia. Le 144 opere, realizzate dai 12 artisti che hanno partecipato al progetto, saranno esposte contemporaneamente in diverse città.

Container Lab Association nasce da un’idea di quattro amici animati dal comune intento di promuovere l’arte italiana nel mondo.  Consci del fatto che Expo Milano costituisce un’occasione unica per rendere il mondo intero partecipe dell’unicità delle bellezza artistiche italiche, abbiamo pensato, creato e progettato un grande evento d’arte dal titolo Container Lab Expo 2015 Chiuse Leonardesche. È un progetto che si pone quale obiettivo la promozione dell’arte e degli artisti contemporanei italiani per tutta la durata della manifestazione Expo Milano 2015 in partnership con l’associazione le “Mappe dei Tesori d’Italia “ che gode di più importanti patrocini italiani, tra cui il Ministero Dei Beni Culturali ed Expo Milano 2015.

Il progetto metterà le persone che durante Expo verranno a visitare l’Italia, ed in particolare la Regione Lombardia, le sue Province ed i suoi Comuni, in connessione con la nostra arte, offrendo loro la possibilità di esplorare in modo nuovo ed originale il nostro paese, attraverso i gesti e le emozioni di grandi artisti italiani che lo rappresentano nel campo dell’arte professionale. L’obiettivo è quello di mostrare l’arte italiana ad un numero considerevole di cittadini italiani e stranieri, portando direttamente le opere nelle piazze dei Comuni aderenti all’evento.

L’arte abbandona, i luoghi istituzionali, per abbracciare il proprio pubblico nel luogo conviviale per eccellenza, la piazza. Il progetto prevede l’installazione di 12 container allestiti a galleria d’arte posizionati in dodici piazze delle città aderenti, tra cui Milano. Ogni container conterrà 12 opere pittoriche di 12 artisti professionisti contemporanei italiani che esprimeranno con il proprio stile, le proprie tecniche ed emozioni, il tema dello statuto d’Expo Milano 2015. Oltre alla presenza interna ad Expo. Per meglio far comprendere la portata che questo evento d’arte avrà, si riassumono di seguito alcuni numeri del progetto:

Il totale delle opere d’arte realizzate (tutti pezzi unici) dai 12 artisti: MILO LOMBARDO, ENZO TOGO, GIANCARLO MONTUSCHI, TIZIANA VANETTI, ANGELO BRESCIANINI, LUCA BONFANTI, MARIO DE LEO, ITALO MAZZEI, ESTER MARIA NERGRETTI, GEP, DIEGO RACCONI, RENATO NATALE CHIESA; forma ben 144 opere esposte in simultanea in 12 città per un totale di abitanti residenti e quindi di visitatori pari a 1.818.000 oltre ai 20 milioni di visitatori che si stima visiteranno la fiera durante i 6 mesi di Expo.

Il Progetto Container Lab si è inoltre gemellato con quello che amiamo definire il nostro “13mo apostolo”, ossia il Genio Leonardo da Vinci. Il progetto sarà infatti accompagnato dall’esposizione delle Chiuse Leonardesche realizzate da Leonardo Da Vinci, che lo vide protagonista a Milano nella realizzazione dei Navigli. In alcuni dei luoghi dove le chiuse Leonardesche verranno esposte sarà realizzata una mostra fotografica sulla storia, la diagnostica e il restauro delle suddette chiuse ritrovate nella Conca Dell’Incoronata, altrimenti detta in dialetto milanese “FOPPON DE SAN MARC”.

Il progetto di restauro delle Chiuse Leonardesche dell’Incoronata prevede la compartecipazione di differenti enti e persone: la Società dei Navigli Lombardi, il Comune di Milano, la Società di restauro CORES 4N. Il restauro dei manufatti è stato affidato al Centro Studi e Ricerche Legno e al Dipartimento di Studi e Architettura Urbana del Politecnico di Milano. La Direzione del Centro Studi legno è affidata al Prof. Maurizio Boriani, Ordinario di restauro del PoliMi. La Vice Direzione del progetto e la cura delle attività tecnico-pratiche è a cura dell’arch. Gabriele Elli. La parte amministrativa e di segreteria è per parte del Dottor. Paolo Paleari. In occasione d’Expo sarà quindi allestito un percorso itinerante a tappe in luoghi prescelti, al fine di condurre i turisti visitatori di tutto il mondo alla scoperta della formidabile ed infinita genialità del grande Maestro Vinciano e dei due grandi maestri rappresentanti dell’arte italiana Milo Lombardo e Luca Bonfanti, artisti facenti parte del progetto Container Lab, selezionati dallo stato Italiano tramite il Dott. Paleari, che realizzeranno opere sul codice delle acque e una nuova visione in chiave moderna dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci dalle notevoli dimensioni 293 x153 cm, cioè un terzo rispetto all’originale che si trova in Santa Maria delle Grazie a Milano. I due artisti renderanno quindi omaggio a Leonardo da Vinci e all’Italia rappresentando una continuità tra l’arte del Grande Genio del ‘500 e quella del XXI secolo.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Ispra, Raccontando Expo

    Il secondo appuntamento del ciclo “Raccontando Expo”, intitolato Expo: parla Leonardo a cura di Tiziana Zanetti e Federico Crimi Con una app, sul web, al check-in d’ingresso: con qualsivoglia mezzo o ovunque succeda, il biglietto che avremo in mano per l’Expo di Milano 2015 parlerà