Cassazione: imporre l’eiaculazione interna è violenza sessuale

Una sentenza dello scorso 7 marzo chiarisce una fattispecie del reato

10 marzo 2016
Guarda anche: Italia
violenza sulle donne

Con la sentenza 9221/2016 dello scorso 7 marzo, la Corte di Cassazione ha introdotto una nuova fattispecie nel reato di violenza sessuale, purtroppo spesso all’altare delle cronache.

Nello specifico, si profila come violenza sessuale un’eiaculazione interna non voluta dal partner: sebbene questi sia d’accordo nell’avere un rapporto sessuale, non può tuttavia essere costretto ad accettare l’eiaculazione, perché “si vanifica la libertà di autodeterminazione” e, più in generale, quel bene supremo di “libertà della persona” che rappresenta l’aspetto primario violato col reato di violenza sessuale.

Tag:

Leggi anche:

  • Volley – UYBA in Bielorussia per la Coppa CEV

    Sono due le trasferte consecutive in calendario per la UYBA che poi, non essendosi qualificata per le Final Four di Coppa Italia (Firenze, 4/5 marzo), potrà tirare un po’ il fiato. Questa mattina le farfalle sono volate in Bielorussia, a Minsk, mentre domenica saranno di scena al Mandela Forum
  • La BPM Sport Management riparte dal Campionato

    Dimenticare l’Euro Cup e testa solo al Campionato. Questo è l’obiettivo della BPM Sport Management che, dopo essere stata eliminata in semifinale di coppa dal Digi Oradea, domani nella Piscina del Foro Italico, affronterà la Roma Vis Nova nel turno infrasettimanale valido per la 16ª di
  • Sport varesino: i risultati di calcio, volley, basket

    Altro giro, altra corsa: anche questo weekend molte delle squadre varesine sono scese in campo nei propri campionati, vediamo come è andata. CALCIO – Nonostante le note vicende societarie, in campo il Varese non ha intenzione di fare sconti e oggi, nelle delicata trasferta a Pinerolo, è
  • Euro Cup: fatali i rigori per la BPM Sport Management

    Trasferta amara in Romania per la BPM Sport Management. Il sette di coach Baldineti perde 9-6 (0-1, 2-0, 0-2, 3-0 – Rigori 4-3) contro i padroni di casa del CSM Digi Oradea ed esce dall’Euro Cup. La lotteria dei rigori, dunque, è stata decisiva per determinare la seconda finalista, che