Caso Macchi: “Un prete conosce la verità”

La Stampa riporta un appunto sul diario della testimone

22 marzo 2016
Guarda anche: Varese
lidiamacchi

“Un prete conosce la verità”. Questo è scritto su un’agenda di Patrizia Bianchi, la supertestimone che ha riconosciuto la calligrafia di Stefano Binda portando al suo arresto per il delitto di Lidia Macchi.

Così riporta La Stampa di domenica 20 marzo, secondo cui la Bianchi avrebbe associato l’appunto ad un più lungo dialogo avuto con Binda proprio pochi giorni dopo l’omicidio della studentessa. Un sacerdote, dunque, avrebbe ricevuto la confessione del killer, rimanendo però vincolato al proprio segreto: e tale segreto è destinato a permanere in eterno qualora il prete in questione fosse don Serafino, lo storico parroco di Brebbia venuto a mancare tre anni fa.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim
  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.
  • Calcio – Il Varese si presenta ufficialmente e va in ritiro

    Oggi è il giorno del raduno, ieri sera si sono tenute le presentazioni ufficiali della nuova dirigenza biancorossa: è così che il Varese si appresta a vivere da protagonista la prossima stagione in serie D. Primo acquisto fra tutti mister Salvatore Iacolino, lo specialista di questa categoria:
  • Il Mastino della BPM Sport Management Valentino Gallo ha quasi sconfitto il Morbillo: a breve il ritorno a casa

    Negli scorsi giorni l’atleta della Pallanuoto BPM Sport Management Valentino Gallo, durante il ritiro con la Nazionale Italiana in preparazione ai Mondiali di pallanuoto in corso di svolgimento a Budapest in Ungheria, era stato colpito dal Morbillo una malattia infettiva che aveva messo k.o.