Atterraggio solidale per la donazione dei libri all’Ospedale Del Ponte

Questa mattina al quito piano del Padiglioni Michelangelo si è svolta la conferenza stampa solidale organizzata dalla Fonazione Giacomo Ascoli

01 Giugno 2018
Guarda anche: Varese Città

Un “atterraggio” solidale, quello che si è svolto oggi al quinto piano del Padiglione Michelangelo dell’Ospedale del Ponte.

E’ qui infatti, presso i locali adibiti a scuola nel reparto di Pediatria, che la “Airport Handling”, azienda di circa 1600 dipendenti che offre servizi di assistenza a terra presso gli aeroporti di Malpensa e Milano Linate, ha fatto pervenire per le mani di Maria Rosaria Pisano (direttore commerciale) e di Krysnaia Nanini (Sales & Business Development) un centinaio di libri, scegliendo di donarli alla Fondazione Giacomo Ascoli perché siano resi disponibili a tutti i pazienti del reparto.

«La nostra azienda ha una matrice anglosassone ed è quindi naturalmente incline alla cultura della donazione- ha spiegato la Pisano-, per questo, in occasione della giornata mondiale del “World book & copyright day” che si è svolta lo scorso 23 aprile, abbiamo promosso una campagna di raccolta libri tra gli amministrativi e il nostro personale adibito ai servizi ai passeggeri. Abbiamo quindi individuato la Fondazione Giacomo Ascoli, perché da subito ci è parsa particolarmente credibile e sensibile al tema della scolarizzazione dei bambini malati».

La conferma viene da Angela Ballerio Ascoli che ha spiegato come, a seguito dell’istituzione da parte del Provveditorato di una Sezione ospedaliera distaccata dell’IC “Anna Frank, la cui referente è l’insegnante statale Margherita Bongiorno, la Fondazione Giacomo Ascoli abbia sottoscritto una convenzione con il Provveditorato, in base alla quale viene messo a disposizione anche un gruppo di sostegno scolastico, composto da insegnanti volontarie della Fondazione Giacomo Ascoli, per garantire la continuità scolastica in più materie, ordini e gradi di scuola.

I libri donati, adatti ad alunni di scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, che vanno dai testi scolastici a vocabolari, bignami e testi di letteratura “classici”, rappresentano quindi in quest’ottica «qualcosa di più della continuità didattica, piuttosto la continuità di vita e la voglia di credere nella possibilità di guarigione», ha detto la Ballerio, affiancata dalle insegnanti volontarie e dalla dottoressa Daniela Tam Bay, docente nei Corsi per volontariato della Fondazione Ascoli e referente per la Scuola in ospedale.

Tag:

Leggi anche:

  • Orizzonte Ideale organizza un convegno sul tema della famiglia

    Durante la serata in programma per venerdì 15 febbraio al Collegio De Filippi si analizzerà il ruolo della famiglia dal punto di vista culturale e sociale, in un contesto che vede sempre più il venir meno dell’identità e del ruolo della famiglia come nucleo della società, ma anche un
  • Varese, un bus ogni dieci minuti per andare in Università

    Un bus ogni dieci minuti per andare in Università. Sei corse in più al mattino, due al pomeriggio e un bus serale. Sono queste le sorpresa e le belle novità che gli studenti e il personale dell’Università dell’Insubria di Varese hanno trovato quest’oggi, lunedì 11 febbraio, in
  • Varese protagonista alla Bit 2019

    Sarà l’occasione per entrare in contatto con espositori e operatori di tutti e cinque i continenti, proponendo loro un’offerta che sta riscuotendo sempre maggior interesse all’insegna del turismo green e active. L’edizione 2019 della BIT, la più importante rassegna del settore in
  • “PAROLA DI DONNA” al Teatro Santuccio

    A Varese, dal 9 febbraio al 24 maggio, si svolgerà PAROLA DI DONNA, la rassegna “al femminile” di teatro, musica, letteratura, con la partecipazione di personalità di riferimento del panorama artistico e culturale italiano, per tenere acceso un riflettore su tematiche che vedono la