Al Sacro Monte un concerto per celebrare il gemellaggio tra Varese e Russia

Appuntamento sabato al Santuario con la musica classica

16 settembre 2015
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
russia associazione

Importante appuntamento per sabato 19 settembre alle ore 18.30 al Santuario di Santa Maria del Monte: si terrà infatti un concerto intitolato “Grandi Classici tra Russia e Italia” con la partecipazione di Stefano Mhanna ed Ensemble Novi Toni Comites.

Il Concerto Grandi Classici tra Russia e Italia è proposto  dall’assessorato al Turismo, Commercio e Marketing territoriale  del Comune di Varese, in collaborazione con la Parrocchia di Santa  Maria del Monte e l’Associazione culturale Lombardia Russia.
Con l’intento di valorizzare e diffondere la conoscenza del Sacro  Monte di Varese, eccellenza del nostro territorio, nell’anno  dell’Esposizione Universale in Italia, l’Amministrazione comunale  desidera celebrare con questo importante appuntamento il  gemellaggio provinciale 141Expo Varese-Russia.

Stefano Mhanna (violinista, violista, pianista, organista,  compositore e direttore d’orchestra), nasce a Roma l’11 luglio 1995.
Musicista di fama internazionale, concertista diplomato in quattro  strumenti fra i più difficili esistenti. Il primo diploma lo consegue
in violino in soli quattro anni anziché dieci e a soli 11 anni con  punteggio di 10 con lode e menzione speciale al Conservatorio  di Santa Cecilia di Roma (votazione mai raggiunta prima ad una  così giovane età in tutta la storia del conservatorio romano). Gli  altri tre diplomi li consegue a soli sedici anni, rispettivamente in
viola, pianoforte e in organo e composizione organistica. Esperto  interprete ed esecutore, oltre che direttore e compositore di grande
maturità e di alta capacità tecnica strumentale, unico al mondo  con tale primato e di nazionalità italiana e con curriculum di tale pregio. È fondatore e direttore dell’orchestra “Novi Toni Comites”.
Vincitore di concorsi nazionali e internazionali e di numerosissimi  premi e riconoscimenti, ha svolto anche una pregevole attività da  direttore d’orchestra ed ha collaborato come solista con diverse  orchestre italiane ed estere. Dispone di un repertorio a dir poco  comprensivo di una pregiata biblioteca musicale: composizioni  per violino solo, per violino e orchestra, organo, viola, pianoforte,  etc. ma parlare di repertorio sarebbe per lui super fluo, viste le
sue capacità e la velocità con cui ha approccio a qualsiasi tipo  di partitura. Rinomato negli ambienti anche come prestigioso  organista e riconosciuto ed apprezzato a livello mondiale, ha la  rara capacità di trasmettere agli ascoltatori quel piacere profondo  che lui stesso prova durante le sue esecuzioni suscitando grandi  emozioni in tutti gli spettatori. Noto negli ambienti anche come  prestigioso organista e riconosciuto ed apprezzato al livello  mondiale da numerosi ed insigni maestri e concertisti d’organo,  esegue spesso i suoi concerti rigorosamente a memoria e con una  maestria interpretativa e tecnica di alto livello

Ensemble Novi Toni Comites è un complesso musicale fondato  nel dicembre 2013 per volontà del M° Stefano Mhanna. E’ composto dai migliori musicisti provenienti dall’Orchestra Sinfonica di Asti, la Camerata Strumentale Alessandro Marcello, l’Orchestra Pressenda e dell’Orchestra Filarmonica del Teatro Regio e altre prestigiose orchestra italiane. Sotto la direzione e la collaborazione del M° Stefano Mhanna l’Ensemble, prima denominato “Camerata
Strumentale Alessandro Marcello” si è esibito per i 750 anni della fondazione del Comune di Druento, per il Bicentenario Verdiano,
per il Comune di Cuorgné, per il Comune di Bordighera, per il Comune di Alba, per il Comune di Barbania, per il Comune di
Rivarolo Canavese, per la Fondazione Emmaus “Dino Cusin” di Milano, nell’Auditorium Comunale di Maccagno (VA), per la
Fondazione Varrone di Rieti, per il Comune di Santa Marinella, in collaborazione con la Diocesi di Porto Santa-Rufina, presso il Duomo di Modena e altri. L’orchestra ha un repertorio che spazia dal barocco alla musica contemporanea e si compone di organici che vanno dai 5 ai 35 professori d’orchestra per la sinfonica e la lirica. Nei vari concerti ha già eseguito musiche di Giuseppe Verdi (dalla Traviata, Otello, Ballo in Maschera e altri), Niccolò Paganini (dai concerti alle sonate), Johann Sebastian Bach (dai Concerti), Gaetano Pugnani, Antonio Vivaldi (Stagioni), Georg Friedrich Handel (dai concerti per organo e orchestra), Antonio Bazzini (es. Ridda dei Folletti), Camille Saint-Saens (Rondò Capriccioso), Pablo de Sarasate e tanti altri anche con cantanti.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare