Al MAGA torna il corso di Formazione sull’arte contemporanea

Appuntamento il 5 6 8 9 settembre presso il museo di Gallarate. Iscrizioni entro il 21 luglio 

12 luglio 2017
Guarda anche: Scuola e Istruzione

Ingresso gratuito e prenotazione obbligatoria: all’inizio del mese di settembre 2017 torna il Fuoricorso dedicato alla formazione sull’Arte Contemporanea, aperto a tutti gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado. Nelle 4 giornate in calendario (5 6 8 9 settembre) sono organizzati Workshop di formazione tenuti dal personale scientifico del Ma*Ga. Nel dettaglio per le 4 giornate, i cui eventi hanno la durata di un giorno interno eccetto martedì 5 settembre il cui corso si svolgerà solo al pomeriggio, è prevista la seguente organizzazione:

Martedì 5 dalle 14.30 alle 18.00
“Vivere insieme. L’arte contemporanea come azione educativa”, workshop con Maria Rosa Sossai, ispirato al suo omonimo libro (edizioni Torri del Vento, 2017). Il workshop segue la struttura del libro, nella prima parte saranno discusse alcune sperimentazioni di pedagogia radicale che hanno segnato l’evolversi dell’educazione e della ricerca artistica contemporanea, nella seconda parte invece, sarà proposta agli insegnanti una serie di esercizi ideati da artisti che hanno l’obiettivo di innescare e praticare la libera creatività.

Mercoledì 6 dalle 10.00 alle 17.00
“Vetrate contemporanee”, ideazione, composizione, installazione di luce e colore.10.00-12.30: lezione teorica sulle pratiche artistiche contemporanee legate all’inclusione dello spazio e dell’ambiente come elementi dell’opera.14.00-17.00: progettazione in gruppi della propria vetrata con il d-c-fix, particolare materiale adesivo colorato e trasparente.

Venerdì 8 dalle 10.00 alle 17.30
“Vetrate contemporanee”, ideazione, composizione, installazione di luce e colore.10.00-12.30: costruzione della propria vetrata.14.00-17.00: costruzione della propria vetrata e installazione di tutti i lavori nella grande vetrata centrale del Museo.17.00-17.30: Visita guidata alla mostra “Global learning. Pratiche artistiche e attività educative al MA*GA”

Sabato 9 dalle 6.00 alle 22.00 circa
“Viaggio di formazione a Venezia”A conclusione del corso il personale scientifico del MA*GA accompagnerà il pubblico a Venezia, per visitare insieme “Viva Arte Viva”, 57° Esposizione Internazionale d’Arte 2017, a cura di Christine Macel.Il viaggio è organizzato in giornata, in Pullman con partenza – ore 6.00 – e rientro – ore 22.00 circa – da Via De Magri 1, Gallarate. Costo: € 80,00 a persona, comprensivi di viaggio, guida e biglietto d’ingresso alla Biennale.

Info dettaglio e prenotazione 0331 706051/51 – didattica@museomaga.it – www.museomaga.it

Tag:

Leggi anche:

  • FilosofArti al via sabato 24 febbraio: il programma del primo week end

    Con le lezioni magistrali di Umberto Galimberti domani, sabato 24 febbraio, alle 17.30 e di Umberto Curi lunedì 26 alle 21, l’evento TEDx di domenica 25 e un aperitivo, sempre domenica alle 18.30, con Francesco Alberoni e Cristina Cattaneo si apre il primo weekend della quattordicesima edizione,
  • Gallarate città dove vivere: secondo incontro al Ma*Ga

    Rigenerazione, ambiente e sinergie: sono i temi che verranno affrontati nel corso del secondo incontro inserito nel ciclo di convegni dal titolo “Gallarate città dove vivere. Ascoltare, condividere, partecipare, decidere”. L’appuntamento è per sabato 24 febbraio nella Sala degli Arazzi del
  • Gallarate, Chiusura piscina della Moriggia

    Questa mattina, prima dell’apertura della piscina della Moriggia, gli addetti alle pulizie hanno notato il distacco di un singolo pannello del controsoffitto all’altezza della vasca centrale dell’impianto natatorio. I vertici di Amsc hanno perciò ritenuto, a tutela degli utenti e in attesa
  • Liberi e Uguali Gallarate “Noi diciamo no all’Ospedale Unico”

    “Come candidati e candidate alle elezioni regionali e politiche di Liberi e Uguali dei collegi della ASST Valle Olona, ci impegniamo a sostenere il mantenimento dei due ospedali esistenti di Gallarate e Busto Arsizio, le cui riqualificazioni devono proseguire per assicurare le migliori cure