Addio ai piccoli ospedali, Cuasso al Monte nel mirino. Il forzista Marsico: “Facciamo squadra per salvarlo”

In Lombardia si chiede l’eliminazione di 10 strutture che contano in totale 355 posti letto. La struttura sanitaria nella nostra provincia ne conta 58, appena due sotto la soglia prevista. L’appello del forzista rivolto anche al Pd

21 Maggio 2014
Guarda anche: AperturaVarese Città
Marsiconuova

Il governo vuole tagliare i piccoli ospedali, Cuasso al Monte stavolta rischia grosso. Il “Patto per la Salute” che il Governo si appresta a concordare a giugno con le Regioni prevede la chiusura dei mini-presidi ospedalieri con meno di 60 posti letto.


La decisione non è presa in quanto la competenza in materia di sanità spetta alle Regioni, ma anche la Lombardia dovrà fare i conti con le indicazioni arrivate da Roma che potrebbero comportare il taglio delle risorse necessarie per il funzionamento delle strutture finite nel mirino dei tagli.”Mi batterò in prima persona perché il presidio ospedaliero di Cuasso al Monte possa restare attivo e al servizio della salute dei cittadini dei comuni del nord della provincia” afferma il consigliere regionale Luca Marsico (FI).
“Si tratta di un ospedale che ha un ampio potenziale in campo sanitario – chiarisce – e rappresenta un presidio strategico per il territorio, come ho già peraltro espresso recentemente all’assessore Mantovani riportando la voce di tutti i comuni della Comunità Montana del Piambello”.
L’ospedale insomma non si tocca, e Marsico fa appello a tutte le forze politiche in consiglio regionale per rimandare al mittente, vale a dire il governo, una “decisione calata dall’alto senza tenere conto delle specificità dell’area”, che si ripercuoterebbe sui cittadini eliminando un servizio essenziale.

“Chiedo che il presidente della Comunità Montana Valli del Luinese Marco Magrini, esponente del Nuovo centrodestra, attivi un canale diretto con il ministro della Salute del suo stesso partito Beatrice Lorenzin, per giungere al risultato più utile. L’invito è rivolto anche al consigliere regionale e segretario regionale del Pd Alessandro Alfieri: facciamo squadra per Cuasso. Da parte mia, di concerto con l’assessorato alla Sanità, non mancherò di battermi per conseguire il risultato più funzionale possibile”.

Tag:

Leggi anche:

  • Il nuovo piantone arriverrà il 21 novembre

    In via Veratti arriverà il nuovo piantone, un meraviglioso Ginkgo Biloba di 12 metri di altezza e circa 25 anni di età. La piantumazione è prevista per il 21 novembre. L’intervento di preparazione della sede dove verrà piantato il nuovo albero dureranno circa una settimana. Intanto, fino
  • In consiglio si accende il dibattito sulle “quote rosa” dei parcheggi

    Una discussione molto intensa e prolungata si è tenuta nella giornata di mercoledì 7 ottobre durante la seduta del consiglio comunale, e che si è conclusa con la sostanziale bocciatura della proposta, cosi come esposta dal consigliere comunale della lista Orrigoni, Luca Boldetti: l’estensione
  • Via Magenta. Al via i lavori di restauro del ponte pedonale

    Cento anni, questa è l’età del ponte pedonale che collega la via Magenta a via Nino Bixio. Per festeggiare il centenario dell’opera all’ingresso della città, l’amministrazione darà il via ai lavori di restauro a partire dai primi giorni della prossima settimana. L’intervento si
  • Foibe ed esodo giuliano dalmata: storia e memoria del 10 febbraio

    Anche quest’anno è stato pubblicato il Bando di concorso regionale per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della Lombardia: “Il sacrificio degli italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia: mantenere la memoria, rispettare la verità, impegnarsi per garantire i