Varese, un bus ogni dieci minuti per andare in Università

Al mattino bus ogni 10 minuti e il nuovo servizio serale

11 Febbraio 2019
Guarda anche: AttualitàComune di Varese

Un bus ogni dieci minuti per andare in Università. Sei corse in più al mattino, due al pomeriggio e un bus serale. Sono queste le sorpresa e le belle novità che gli studenti e il personale dell’Università dell’Insubria di Varese hanno trovato quest’oggi, lunedì 11 febbraio, in concomitanza con l’avvio del secondo semestre di lezioni. Diventa concreto dunque un nuovo potenziamento del trasporto pubblico e in particolare quello rivolto ai giovani studenti universitari di Varese che rappresentano un importante fetta della normale utenza pendolare.

“Con questo notevole potenziamento offriamo un importante servizio in più ai giovani e all’università – ha detto il sindaco Davide Galimberti – confermando l’attenzione che l’amministrazione ripone per il nostro Ateneo cittadino. Un’Università ben collegata con il centro vuol dire puntare sui giovani studenti e alzare ancora di più la qualità di Varese in termini di città universitaria. Agevolare infatti gli spostamenti degli universitari aumenta anche la capacità di attrarre sempre più studenti a Varese. Inoltre, grazie alle nuove corse dedicate agli studenti, si migliora il servizio anche per tutti gli altri utenti del trasporto pubblico, garantendo miglior confort e bus meno pieni nelle ore di punta”.

Il proficuo lavoro di confronto tra l’ateneo, il Comune di Varese, l’Agenzia del Trasporto Pubblico Locale di Como-Lecco-Varese e l’azienda Autolinee Varesine ha portato dunque ad un notevole potenziamento del servizio rivolto a questa realtà, sempre più presente e importante nella quotidianità di Varese. Le novità sono state presentate questa mattina in una particolare conferenza stampa che si è svolta a bordo di uno dei nuovi bus dedicati agli studenti. All’appuntamento erano presenti il Sindaco di Varese Davide Galimberti, Elena Maggi, mobility manager di Ateneo, delegata del Rettore per i rapporti con Imprese e Territorio per uno Sviluppo Sostenibile, gli assessori del Comune di Varese Francesca Strazzi e Andrea Civati, il direttore dell’Agenzia del TPL di Varese Daniele Colombo, Marco Regazzoni in rappresentanza  di Autolinee Varesine, i giovani consiglieri comunali Giacomo Fisco e Maria Paola Cocchiere e diversi studenti dell’Università.

“Il miglioramento dell’accessibilità del campus universitario varesino tramite un più frequente e veloce servizio di bus urbano fa parte delle iniziative in tema di sostenibilità che l’Insubria intende portare avanti – ha spiegato Angelo Tagliabue, Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria – L’Università ha, infatti,  anche il ruolo di educare gli studenti e quindi i cittadini a modificare le proprie scelte di trasporto, abbandonando ove possibile l’automobile privata, per rendere le città sempre meno inquinate e più vivibili. Ciò è reso possibile anche grazie alla collaborazione e al sostegno del Comune di Varese che sta investendo assieme all’Università in questa direzione, pur in un momento di particolare difficoltà del trasporto pubblico locale”.

“Siamo molto soddisfatti per aver realizzato, in sinergia con gli altri enti, questo potenziamento – spiegano da Autolinee Varesine – Invitiamo anzi gli studenti e il personale dell’ateneo ad utilizzare, nei limiti del possibile, proprio i “rinforzi” a loro dedicati, in modo che la linea C possa essere pienamente a disposizione dei numerosi varesini che quotidianamente si spostano in bus dal centro verso i rioni”.

Le novità del nuovo servizio
Tra le 8 e le 10 del mattino, dalle fermate del centro (corso Moro e via Morosini), ai bus della linea C diretti al capolinea di Bizzozero Nabresina saranno aggiunti una serie di “rinforzi” dedicati appunto solo a chi deve recarsi all’Università dell’Insubria: oltretutto, queste corse specifiche – caratterizzate dalla scritta “INSUBRIA” sul display degli autobus – non effettueranno fermate intermedie tra il centro e via Monte Generoso, proprio per garantire un servizio ancora più rapido ed efficace.

Prendendo ad esempio la fermata di corso Moro, si avranno i seguenti bus a disposizione: ore 8.06 (Insubria), 8.16 (linea C), 8.26 (Insubria), 8.36 (linea C), 8.46 (Insubria), 8.56 (linea C), 9.06 (Insubria), 9.16 (linea C), 9.26 (Insubria), 9.36 (linea C), 9.46 (Insubria), 9.56 (linea C).

Tale potenziamento viene effettuato anche nel pomeriggio, con due corse speciali che partiranno da via Monte Generoso in direzione stazioni e centro cittadino alle ore 17.12 e 17.52. Infine, sempre da via Monte Generoso verso corso Moro, viene attivata un’ulteriore corsa alle 21.10, per servire gli studenti che frequentano le lezioni serali.

Tag:

Leggi anche:

  • Respinto il ricorso di ACSM-AGAM sulla reale scadenza del contratto del servizio di igiene urbana

    Respinti, sia il ricorso principale che i tre atti di motivi aggiunti. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia si è definitivamente espresso e con la sentenza appena pubblicata  condivide le conclusioni del Comune di Varese sulla effettiva scadenza del contratto del servizio di
  • Economia, Giulio Tremonti ospite a Varese

    Politico, giurista, accademico, ex Ministro dell’Economia, Giulio Tremonti sarà presente a Varese, ai “Giardini Letterari”, la kermesse multidisciplinare estiva diretta da Cristina Bellon.  Di lui, Tony Blair ha detto: “E’ il ministro europeo più colto che
  • Scuole come beni comuni: genitori e nonni a lavoro per imbiancare aule e corridoi

    Le scuole non chiudono mai. L’estate infatti è il momento giusto per rifarsi il look e farsi trovare più belle a settembre al rientro degli alunni. È quello ad esempio che sta succedendo nella scuola elementare di Avigno, dove un nonno di due piccoli studenti che frequentano questo
  • Varese: Cultura e sport al centro

    C’è tanta cultura e sport nella variazione al Dup e nei documenti di bilancio approvati questa sera dal Consiglio comunale. Se da un lato infatti l’amministrazione impegna oltre 50 mila euro per la nuova stagione teatrale, dall’altro si danno tutte le garanzie necessarie perché