Turismo&Sport: un Modello di Sviluppo per Varese

Stanziati complessivamente 100mila euro per valorizzare il nostro turismo sportivo

17 Febbraio 2020
Guarda anche: AperturaAttualitàVarese Città

«Lo scorso anno, a ricevere fondi sul nostro bando, sono stati gli organizzatori di 25 eventi sportivi con ricadute turistiche, capaci di generare oltre 17mila pernottamenti e indubbie ricadute sull’economia della nostra provincia. In questo 2020 proseguiamo su un percorso di valorizzazione territoriale avviato ormai quattro anni or sono, quando abbiamo dato vita al progetto Varese Sport Commission» dice il presidente, Fabio Lunghi, entrando nel merito della nuova edizione del bando “Turismo e Sport” da 100mila euro lanciato da Camera di Commercio in occasione della presenza varesina alla Borsa Internazionale del Turismo – BIT svoltasi dal 9 all’11 febbraio scorsi.

«Del resto – continua Lunghi –, secondo autorevoli studi, il settore delle attività sportive nel suo complesso produce il 2% del PIL dell’Unione Europea mentre l’occupazione generata è di 7,3 milioni di unità, pari al 3,5% di quella totale. Inoltre, in tema di turismo collegato alle attività “active & green, si stima che, a livello mondiale, queste generino un fatturato superiore agli 800 milioni di dollari annui. Di più, il 20% dei visitatori che, annualmente, trascorrono un periodo di ferie in Italia lo fanno perché spinti da motivazioni legate allo sport».

Cifre che appaiono in crescita, soprattutto per quanto riguarda tutta quell’attività collegata al turismo “attivo” e “verde” che coinvolge i sempre più numerosi appassionati delle diverse discipline di terra, aria e acqua che trovano in Varese con i suoi laghi e le sue vallate prealpine un ambiente ideale.

Quanto al bando da 100mila euro appena pubblicato dalla Camera di Commercio, possono presentare domanda di contributo associazioni sportive dilettantistiche, società e federazioni sportive, comitati organizzatori ma anche altri soggetti senza scopo di lucro, con finalità sportive. È comunque indispensabile che questi eventi e queste manifestazioni, realizzati in provincia di Varese, siano in grado di determinare ricadute alle imprese del tessuto ricettivo-turistico-commerciale varesino, in base ai pernottamenti generati.

«Abbiamo poi inserito una novità rispetto alle precedenti edizioni – precisa il presidente della Camera di Commercio –. Il bando 2020 prevede, infatti, dei riconoscimenti anche a progetti, a carattere pluriennale, che propongano la realizzazione di una specifica offerta turistico sportiva in grado di caratterizzare il nostro territorio».

A valutare le proposte, anche quest’anno, sarà una commissione che, oltre a esponenti della Camera di Commercio, comprenderà esperti dei settori coinvolti quali Walter Sinapi, delegato Coni per la provincia di Varese, il giornalista Antonio Triveri, caposervizio sport della Prealpina, e per la ricettività Simone Segafredo, vicepresidente FederAlberghi Varese.

Tag:

Leggi anche: